MILANO MODA UOMO

Giorgio Armani rende omaggio a Burroughs, «beat fuori dai ranghi»

Espressione di un lusso che è cultura del bello e viaggio esistenziale, da Giorgio Armani va in scena il guardaroba di un uomo che rifiuta quella che lo stilista definisce «improvvisazione dell'esibire». Un parente stretto del poeta William Burroughs, «beat fuori dai ranghi».

 

I modelli sfilano con passo lento e rilassato, senza fretta, né smania di apparire. Indossano cappotti lunghi con ampi revers, capispalla con cappuccio, camicie button down da portare senza cravatta, pantaloni dal taglio morbido e dalla vita alta.

 

In testa hanno spesso l'inconfondibile cappello "alla Burroughs" e in mano ampie borse di taglio squadrato, ma non rigido. Riscoprono un classico dell'abbigliamento, le bretelle, e di frequente non rinunciano ai guanti.

 

Il loro colore prediletto è il nero, anche in versione matelassé per i giacconi, insieme al grigio marmorizzato di lunghe e avvolgenti pellicce e completi in gessato, al tortora di confortevoli maxi cardigan e al marrone delle giacche doppiopetto loose fit, che tra i materiali riscoprono la pelle scamosciata.

 

stats