MILANO MODA UOMO

Il ninja style di Diesel Black Gold contagia anche la donna. Rosso: «Presto la sfilata unica»

Per la collezione Diesel Black Gold del prossimo inverno Andreas Melbostad ha fatto un viaggio in Giappone, sulle tracce dei ninja. Un tuffo nel passato alla ricerca di volumi nuovi, in un rapporto dialettico tra Est e Ovest. In passerella anche una capsule di womenswear. Preannuncio della sfilata unica? «Ne parleremo tra poco», annuncia Renzo Rosso.

 

Una location inedita in via Watt per la sfilata di questa mattina, 14 gennaio. Un capannone industriale che è piaciuto al team di Renzo Rosso e che sarà teatro anche della sfilata donna, in febbraio.

 

A proposito di womenswear, in passerella hanno sfilato anche alcuni outfit femminili. Segnale di una svolta verso la sfilata unica. «La moda sta cambiando direzione ed è giusto assecondare il cambiamento - racconta a fashionmagazine.it Renzo Rosso -. Finora ci sono stati troppi costi, troppe spese e troppi viaggi. Ora è bene che ognuno scelga la formula migliore per presentarsi al pubblico. Per quello che ci riguarda portiamo in passerella una serie di outfit donna, proprio per capire se la cosa può funzionare. Vedrete, ne parleremo tra poco».

 

Come ha spiegato Andreas Melbostad, la collezione in passerella è frutto di un percorso alla scoperta del mondo dei ninja, agenti segreti e mercenari legati a un passato ricco di fascino e di mistero. Non una semplice rielaborazione ma la rilettura dei codici di un’epoca e di un Paese, alla luce di un mood urban combat.

 

«L’idea - racconta - è stata quella di infondere in capi iconici del nostro stile un nuovo look, ispirato ai volumi dei chimono e delle tuniche giapponesi. Così una giacca biker assume un nuovo look se chiusa da una cintura e i volumi offrono inedite prospettive se giocati sulle stratificazioni e sui contrasti. Tutto è stato studiato per dare un twist moderno alla collezione, con il filo conduttore di questa “idea ninja”».

 

«Il Giappone è un’ispirazione - conferma Renzo Rosso - ma il look è molto contemporaneo, con tante felpe larghe con colli alti, boxy shape, cropped pant, pieghe e giochi di volumi. C’è davvero tanta modernità nelle silhouette».

 

Intanto, nel primo pomeriggio, si attende il debutto di Francesco Risso sulla passerella di Marni: «Ha preso in mano la collezione a metà novembre, quando il percorso creativo era già iniziato e ha fatto davvero tantissimo. Sono molto contento».

 

Altro motivo di soddisfazione per Rosso è il Milan, per cui Diesel disegna le divise off-field: «La squadra sta andando bene e questo aiuta tantissimo - racconta il patron del gruppo Otb -. Stiamo cambiando il modo di vestire dei giocatori, da un look formale e uno stile informale. Ed è solo l’inizio. Ci sarà da divertirsi».

 

«I giocatori sono delle celebrity - conclude - sono belli e statuari e sui social network hanno un seguito di follower impressionante. Per noi rappresentano un aggancio fenomenale a una platea vastissima di consumatori».

 

 

 

 

 

 

 

stats