Milano Fashion WEEk

Il Messico non scontato di Les Copains

Non è il Messico dell'immaginario collettivo quello cui si ispira la primavera-estate 2018 di Les Copains ma quello del modernismo di Luis Barragán e dello stile di Millicent Rogers, ereditiera americana e icona fashion, che ha saputo valorizzare le creazioni artigianali dei nativi americani.

 

Protagonista della collezione, come nella tradizione del brand, la maglia in molteplici materiali, finezze e tecniche di lavorazione: dalla versione tricottata del gilet over e delle mini-canotte, che danno una nota country agli abiti lunghi in chiffon, a quella più tecnica dei jacquard e delle geometrie tribali, con effetti di trasparenze e contrasti di colore.

 

«Il Messico astratto e bohemien ci ha ispirato una donna complessa e variegata, che ama mixare», racconta Stefania Bandiera, direttore creativo del marchio della Bvm di Bologna.

 

In passerella abiti fluttuanti, caftani, gonne a trapezio, ma anche salopette, short e pantaloni marinari. «Si completano con maxi borse e zaini, stivaletti texani e monili folk», suggerisce Bandiera. Tra i colori emergono il rosso e il fuxia inaspettatamente accostati, come faceva l'architetto Barragán, al rosa carne o al verde acqua.

 

A questa sfilate Alessandro Mariani si presenta nel nuovo ruolo di amministratore delegato, dopo un ventennio come brand manager. «Sarà nuovo corso all'insegna della continuità ma anche della concretezza» ha detto oggi, alla preview della collezione.

 

Sui progetti per il brand sotto la sua direzione ha preferito non entrare nel particolare, ma ha indicato le traiettorie che seguirà: «L'innovazione di prodotto, il potenziamento delle distribuzione e l'inserimento di nuove leve nell'area commerciale».

 

«In questi giorni stiamo preparando un lavoro capillare - dice -. Di certo ci dovremo potenziare a Est ma anche negli Stati Uniti, che restano un mercato molto interessante per noi».

 

stats