Milano Moda Donna

Femminilità senza riserve per la donna di Blumarine

"Natural beauty" è il tema della sfilata di Blumarine, che vuol dire eleganza senza costruzioni e senza costrizioni, spontaneità ma anche nuova consapevolezza del ruolo della donna, che esige femminilità e raffinatezza non disgiunte da dinamismo e praticità. Elementi antitetici ricomposti da un gioco riuscito di contrasti.

 

La rosa, emblema della griffe, si reinventa stampata sui blouson di montone e sui cappotti di panno, sparsa sul tulle oppure stampata sugli abiti fluidi o sulle gonne danzanti da abbinare al lungo maglione strizzato in vita dalla cintura. La sera, impalpabile, ritorna cucita sull'abito tutto piume e svolazzi.

 

Piume di marabù percorrono gli orli degli abiti o tornano sui cappotti, la pelliccia è un must,

en solitaire per blouson caldi e voluminosi oppure come bordo per giacconi, gonne e pantaloni o come collo impalpabile nei capispalla e nella maglieria.

 

Non sono da meno le frange, che accendono di toni luminescenti i giacconi in pelliccia o gli abiti dalle linee sobrie. Tocchi metallici accendono anche i tailleur nei toni dell'argento o del bluette per un daywear in chiave grintosa.

 

Coerente con lo spirito della sfilata la mazzetta dei tessuti, che alterna impalpabili chiffon e tulle a jersey e lane, e la palette cromatica, in equibrio tra toni pastello e neutri impalpabili e sfumature intense di blu.

 

stats