Milano Moda Uomo

I primi 40 anni di Paul&Shark sotto il segno del design (e del retail)

Nel 2016 Paul&Shark celebra 40 anni. Milano Moda Uomo e la presentazione della collezione autunno-inverno 2016/1207 sono state la cornice di “Project 40”, un'iniziativa speciale dedicata ai simboli che hanno reso famoso il brand e il suo stile in tutto il mondo.

 

Il marchio dello squalo ha selezionato per l'occasione tre designer di livello mondiale - il cinese Zhang Zhoujie, lo studio americano Ladies&Gentlemen e lo spagnolo Tomas Alonso -, a cui ha chiesto di reinterpretare per l’anniversario gli storici packaging “barattolo” e “valigetta” in metallo, con cui venivano venduti i primi maglioni Paul&Shark in lana idrorepellente ispirati alla Marina inglese.

 

«Questa avventura è partita nel 1976 con mio padre e questa celebrazione vuole essere anche un punto di partenza per nuove sfide» racconta Andrea Dini, presidente e ceo dell'azienda di base a Varese, che si augura di poter collaborare anche in futuro con il mondo del design, magari sviluppando anche alcuni capi.

 

I festeggiamenti per Paul & Shark - i cui ricavi nel 2015 hanno registrato in lieve flessione rispetto al 2014, quando aveva raggiunto un giro d'affari di 170 milioni di euro - continueranno nel corso di tutto il 2016, organizzando una serie di eventi che coinvolgeranno i partner storici del brand. Ma anche gli investimenti nel retail previsti saranno un modo per festeggiare i primi 40 anni del brand.

 

«Nel 2016 - prosegue Dini - saremo impegnati in una serie di nuovi opening. Tra un mese apriremo a Giacarta il primo monomarca in Indonesia, a cui presto seguirà un secondo. Proseguiremo il consolidamento di Europa e Usa, dove prevediamo di aprire a Houston a inizio 2017».

 

«Il tutto - puntualizza - senza dimenticare l'Italia: da Pitti e Milano sono arrivati segnali importanti dai buyer e noi a dimostrazione della fiducia che abbiamo nel mercato apriremo a Verona un nuovo monomarca».

 

Ma è anche sul fronte del prodotto che Paul & Shark sta giocando la partita per regalarsi altri 40 anni di successi. La collezione per il prossimo inverno prosegue la strategia di riposizionamento in chiave premium, intrapresa ormai da qualche stagione, con un focus particolare sull'outerwear.

 

Anche gli investimenti in innovazione sono alla base del futuro del marchio, come dimostra uno dei capi simbolo della collezione, il Typhoon Arctic Heat: giubbotto che oltre ad essere realizzato con l’esclusivo trattamento waterproof Typhoon 20000, brevettato in esclusiva da Paul&Shark, è dotato di un sistema di riscaldamento inserito nel capo che può essere attivato con un tasto invisibile collocato all’interno di una tasca.

 

«La ricerca di nuove tecnologie è nel nostro dna - conclude -. Possediamo più di 30 brevetti, non male per un'azienda di moda».

 

stats