Milano Moda Uomo

Il calendario è definitivo: si parte con Zegna, chiude Frankie Morello

È un calendario che «abbatte le barriere tra sfilate e altre modalità di racconto, tra brand affermati e nuove proposte, all'insegna della contaminazione» quello preparato da Cnmi per gennaio. Il 12 sera avvia la kermesse la sfilata di Ermenegildo Zegna.

 

Con il nuovo format, che riunisce tutti gli appuntamenti, la Camera Nazionale della Moda Italiana (Cnmi) presieduta da Carlo Capasa intende andare incontro alle esigenze degli operatori del settore impegnati durante la fashion week milanese, spesso costretti a doversi districare fra varie sovrapposizioni.

 

30 le sfilate in programma fra venerdì 12 e lunedì 15 gennaio, di cui un terzo co-ed: si tratta di Diesel Black Gold, Isabel Benenato, Neil Barrett, Marcelo Burlon County of Milan, Dsquared2, Daks, Sartorial Monk, Palm Angels, GCDS e Frankie Morello.

 

Grazie al supporto della Cnmi saliranno in pedana anche Federico Curradi, Sulvam, Sunnei e Yoshio Kubo.

 

Quattro le new entry di questa edizione: Isabel Benenato (brand italiano fondato da Isabel Vitiello), Represent (marchio inglese creato nel 2012 dai fratelli George e Mike Heaton), Hunting World (etichetta newyorkese creata nel 1959 da Robert M. Lee). La Camera sostiene inoltre il debutto in passerella di Sartorial Monk, label ideata da Sabato Russo.

 

Tra le nuove presentazioni spiccano i nomi di Tommy Hilfiger, Big Uncle, Maurizio Miri, Milano140 e Wu Hao.

 

Assenti annunciati Salvatore Ferragamo, che ha optato per la sfilata mista al prossimo appuntamento di Milano Moda Donna, Moncler Gamme Bleu, perché l'azienda ha deciso di chiudere le linee luxury, e Damir Doma, che a Pitti Uomo presenta una capsule collection con Lotto.

 

A chiudere la settimana della moda maschile sarà il marchio Frankie Morello (nella foto, la sfilata per la Spring-Summer 2018), alle 18 di lunedì 15, cui seguirà uno special event "supported by Cnmi" allo spazio Maiocchi.

 

stats