Milano Moda Uomo

Il globe-trotter metropolitano di Emporio Armani

Un viaggiatore urbano attrezzato di tutto punto per affrontare la vita quotidiana: Giorgio Armani ha portato in passerella la sua visione del moderno cittadino per la collezione Emporio, con uno stile che promuove la libertà di esprimersi, lontano dalle omologazioni e dai cliché. Filo conduttore il comfort, riletto con eleganza e raffinatezza.

 

In primo luogo viene la comodità, garantita da pantaloni fluidi in velluto, dal chiodo in montone chiuso con fibbia tecnica, dai cappottoni in pelo con pratica zip o dai bomber a kimono. Anche il doppiopetto si adegua al diktat e si ammorbidisce nei volumi, con il focus sul pantalone ultra-ampio.

 

La maglieria garantisce comfort totale, con i maxi pullover animati da motivi grafici o con le versioni in fantasia jacquard, che riprendono motivi mimetici in chiave stilizzata, proposti anche in versione capospalla.

 

A completare il look, all’insegna della coerenza, ampi borsoni in cui riporre tutto il necessario per una giornata fuori casa, senza nulla togliere allo stile, che si esprime in riusciti abbinamenti di pelle e pelo. Pelle e pelo anche per mocassini e scarpe e stringate. E per i duri e puri, tanti zaini con le cinghie tecniche che stringono il dolcevita nero o la giacca in velluto o gli anfibi con lacci e fibbie, in cui infilare il pantalone.

 

In passerella, accanto al menswear, alcune anticipazioni del womenswear: dapprima uscite sporadiche, poi via via più frequenti, con le modelle sottobraccio ai modelli, a suggerire l’idea di una moda in cui i confini tra maschile e femminile si fanno sempre più fluidi, in un momento in cui le sfilate co-ed prendono sempre più piede.

 

stats