Milano fashion week

Max Mara e l'energia tropicale

Alla creatività e all'estro dell'architetto italiano Lina Bo Bardi si ispira la nuova collezione di Max Mara per la prossima primavera estate. Un tributo che si traduce nelle stampe patchwork della collezione, con la flora e la fauna rigogliose da lei tanto amate.

 

Bo Bardi era legata al Tropicalia, il movimento culturale avanguardista il cui punto di riferimento era l’icona esotica per eccellenza, Carmen Miranda. L’omonimo album “Tropicália: ou Panis et Circensis” - pubblicato nel 1968 da un gruppo di artisti, alcuni dei quali amici della Bo Bardi, come Caetano Veloso, Gilberto Gil e Gal Costa - è stato il manifesto musicale del movimento ed è diventato la colonna sonora perfetta di Max Mara, al ritmo "chica boom".

 

Dall’arena sportiva, la collezione prende in prestito jersey e nylon ad alta prestazione per una serie di abiti guaina, tute glamour e body aderentissimi. La struttura a rete conferisce un nuovo stile hi-tech al capo iconico del brand: il cappotto 101801. Completano il look i nuovi e scintillanti occhiali da sole Lina e gli zoccoli con suola in legno.

 

stats