Milano fashion week

Sportmax gioca col Giappone e le proporzioni

Un'eleganza semplice, che si ispira a una realtà complessa come quella raccontata nelle pagine di “Shima no Ama”, libro fotografico giapponese di Kusukazu Uraguchi, pubblicato nei primi anni Ottanta.

 

Tra queste pagine in bianco e nero ci sono immagini straordinariamente attuali, dinamiche e fresche, a cui si ispira la donna vera di Sportmax per la prossima estate.

 

Sulla passerella domina un ottimismo spensierato. Che tradotto in look significa tessuti leggeri e ariosi: cotoni delicatamente lavati, sete e lini naturali; alcuni dei tessuti sono intrecciati con sottili fili di metallo, per conservare quell’effetto vissuto e stropicciato.

 

Arricciature e ruche enfatizzano la morbidezza dei capi. La coulisse è un motivo ricorrente della collezione, che permette di giocare liberamente con proporzioni e lunghezze: è applicata su corpetti, tasche oppure sulla schiena, ad ornare scollature tagliate ad arte.

 

Righe ondulate che ricordano il mare, pesci in stile giapponese e crisantemi galleggianti sono pattern grafici che rimandano alla calma tipicamente orientale.

 

 

stats