NEGLI STATES

Miami all'insegna di arte, design e (sempre di più) moda

Preceduta dalla serata inaugurale di oggi, parte domani la cinque giorni di Design Miami: sempre più incisivo il ruolo della moda alla manifestazione, giunta all'ottava edizione. Tra i nomi italiani sotto i riflettori, Prada, Fendi e Agnona, che apre uno spazio pop up, personalizzato da un'opera di Mimmo Jodice (nella foto).

 

Il quadro dell'artista raffigura un dettaglio della fontana della casa della famiglia Zegna, a Trivero, progettata nel 1940 da Otto Maraini: sarà proposta sia all'interno della boutique, sia come gigantografia esterna, affacciata sulla 150 NE 40th street. All'opening potrebbe partecipare, a sorpresa ma non troppo, il nuovo direttore creativo del brand, Stefano Pilati.

 

Quanto a Fendi, ha arruolato il belga Maarten de Ceulaer per allestire l'installazione "Transformations", ispirata all'iconico motivo Pequin, mentre Prada è pronta a inaugurare per l'occasione l'ennesimo monomarca internazionale, progettato come gli altri da Roberto Baciocchi: il 33esimo avamposto negli States, sviluppato su una superficie di circa 350 metri quadri del Design District della città americana.

 

Un'altra realtà sotto i riflettori sarà Marni, con una "prima" per gli Usa dell'esposizione "L'arte del ritratto", con 125 sedie legate al progetto Marni Charity (in vendita esclusivamente nel monomarca cittadino del brand), che diventano anche parte integrante delle foto dedicate al mondo della griffe, realizzate da Francesco Jodice ed esposte per l'occasione.

 

Dalla Francia, oltre a Céline che inaugura uno store nel Moore Building, è da segnalare Louis Vuitton, con una serie di 13 "Objets nomades" esposti in un negozio temporary, sempre sulla 40esima strada, decorato con i murales di Retna, al secolo Marquis Lewis: una mini-collezione messa a punto con importanti artisti (da Patricia Urquiola ai fratelli Campana, fino a Nendo e Maarten Baas), che si potrà acquistare dal 2013 solo in alcuni selezionatissimi negozi del marchio.

 

Per finire, non si può non citare il main sponsor di Design Miami, Swarovski, che si è affidato ad Asif Khan per creare un "Crystal Palace" spettacolare: il nome dell'installazione è Pharelia, parola greca che significa "dietro il sole", e l'obiettivo è esplorare la relazione tra cristalli, luce, natura e architettura sperimentale.

 

stats