Nomine

Quote rosa in aumento nel board di Tiffany: entra Annie Young-Scrivner

Con l'italiano Alessandro Bogliolo al timone, il gioielliere americano Tiffany & Co. cambia il board: entra Annie Young-Scrivner, boss di Godiva Chocolatier, se ne vanno Michael Kowalski, Charles Marquis e Gary Costley.

 

Come riporta wwd.com con la nuova strategie del ceo Bogliolo potremmo assistere ad altri cambiamenti ai vertici.

 

Con Annie Young-Scrivner salgono a tre le donne nel board di Tiffany (dove siede anche l'ex ceo di Bulgari, Francesco Trapani).

 

La manager si unisce infatti alla ex-Burberry Rose Marie Bravo e ad Abby Kohnstamm, attuale executive vice president e capo del marketing della società di servizi di spedizione Pitney Bowes.

 

Ceo di Godiva Chocolatier dall'agosto 2017, le new entry elenca in curriculum anche più di otto anni di attività in Starbucks e prima ancora in PepsiCo.

 

Michael Kowalski - ceo di Tiffany dal 1999 al 2015 e dal 2002 chairman - è stato sostituito da Roger Farah, ex co-chief executive officer e consigliere di Tory Burch con un passato ai vertici di Macy’s e Ralph Lauren. Il 73 enne Charles Marquis era director di Tiffany dal 1984 e il 72enne Gary Costley dal 2007.

 

Quotata a New York, Tiffany & Co. ha terminato il fiscal year il 31 gennaio con ricavi in crescita del 4% a 4,2 miliardi di dollari e utili in calo del 17% a 370 milioni. Nel 2018 sono previsti ricavi in aumento a un tasso intorno al 5% a cambi costanti e un ebit in linea con quello del 2017 o leggermente inferiore.

 

stats