Nuovi progetti

A Firenze parte l'intesa tra Blufin e Follie’s Group

Blufin e Follie’s Group hanno scelto Pitti Bimbo per annunciare la firma del nuovo accordo di licenza per la produzione e la distribuzione mondiale delle linee Miss Blumarine e Blumarine Baby, entrambe presenti con la collezione FW18-19 all’interno della Fortezza da Basso. «Il nostro obiettivo - ha dichiarato Michele Iovino, fondatore di Follies Group - è l'internazionalizzazione».

 

La nuova licenza, di durata pluriennale, segue quelle con SpazioSei e Altana e prevede a livello distributivo il consolidamento del mercato interno ed esterno con l’obiettivo di riconquistare in poche stagioni le migliori vetrine del circuito moda.

 

«Iniziamo la nostra avventura con Miss Blumarine, con l'obiettivo di rafforzare la presenza all'estero, che oggi incide per il 35% circa sul giro d'affari del marchio, una percentuale che contiamo di portare al 50% in poche stagioni, puntando anche a corner e shop in shop - spiega Iovino, ceo e fondatore di Follie's Group -. Ci focalizziamo in particolare sul Middle e il Far East, con la showroom milanese aperta due anni fa in via Stendhal 36 come punto di riferimento per questo e per gli altri marchi in portafoglio".

 

Le collezioni Miss Blumarine e Blumarine Baby interpretano l’universo creativo di Anna Molinari con un tocco di romanticismo e una particolare attenzione alla ricerca e alla qualità dei materiali, elementi che rendono unica la proposta di Blumarine per le più piccole.

 

Per quanto riguarda i progetti di sviluppo futuro della licenza, Iovino ha le idee chiare: «Partiamo con una presenza selezionata in 200 negozi multimarca - prosegue - e con il canale e-commerce, attraverso i portali di vendita online bimbo più qualificati, tra cui Childrensalon».

 

"Più in generale -conclude l'imprenditore -, abbiamo un serbo come Follie's Group una novità importante, che annunceremo il 20 febbraio" anticipa il numero uno dell'azienda da 22 milioni di fatturato, che dopo un 2017 stabile punta per il 2018 a una crescita, grazie a una scuderia composta da nove marchi.

stats