Nuovi progetti

Luciano Benetton e Oliviero Toscani per la "nuova" Fabrica : «Sarà un posto sempre aperto»

“Fabrica” cambia pelle. Il centro di ricerca per le comunicazioni, creato negli anni Ottanta dalla famiglia Benetton e affidato a Oliviero Toscani diventerà un laboratorio definito “Circus“, aperto tutto l’anno 24 ore al giorno, con il duplice scopo di individuare i talenti della creatività di tutto il mondo e restituire alla United Colors of Benetton lo smalto degli anni d’oro.

 

Il progetto è stato presentato nei giorni scorsi al pubblico nell’arena esterna della struttura, che si trova a Treviso, da Luciano Benetton e Toscani, che torna a collaborare con l’azienda trevigiana.

 

«Non ci saranno più dipartimenti - ha ribadito Toscani - e tutti si occuperanno di tutto, come in una bottega rinascimentale. Sarà come il posto dove andare e sarà sempre aperto».

 

Tra le novità annunciate anche il lancio di quattro festival tematici all’anno, il primo in primavera, dal 23 al 25 marzo, sul tema della sovversione.

 

Nel corso della presentazione - alla quale hanno partecipato circa 600 persone - sono stati anche annunciati il rilancio digitale della rivista Colors, che produrrà contenuti quotidiani sul web, e un progetto sull’integrazione, che partirà da un centro di accoglienza per migranti in collaborazione con la Croce Rossa di Bresso (provincia di Milano) per poi allargarsi al resto del mondo.

 

A seguire il nuovo corso della rivista Alex Marashian, ex caporedattore di Colors, anche lui tornato a Fabrica per il rilancio.

 

stats