PITTI BIMBO

Monnalisa e l'internazionalizzazione: «Molto più di semplici esportatori»

Sfilata alla Leopolda ieri sera, 19 gennaio, per Monnalisa, che ha chiuso con il suo show la prima giornata di Pitti Bimbo. L'azienda aretina è presente al salone con uno stand concepito come se fosse uno store e con uno spazio dedicato alla linea Monnalisa Living by Savio Firmino. Le strategie puntano a un presidio più mirato e serrato dei mercati esteri e a un fitto programma di opening internazionali.

 

Come sottolinea l'a.d. Christian Simoni, «abbiamo deciso di cambiare l’approccio alle aree per noi strategiche, trasformandoci da semplici esportatori a investitori». Sono state aperte o rafforzate società gestite da Monnalisa in territori nevralgici, in modo da seguire da vicino l’espansione distributiva in loco - soprattutto nel retail -, le prossime delle quali saranno in Brasile (dove è previsto l’avvio di un monomarca a San Paolo), ma anche a Taiwan e a Singapore.

 

«Le novità, già messe a segno e in dirittura d’arrivo, sono tante - prosegue il ceo della realtà toscana, che ha chiuso il 2016 con 41 milioni di euro di ricavi e un export al 67% - a partire dalla Cina, dove contiamo su una filiale a Shanghai: qui gli opening si sono concentrati su Hangzou e Shenyang (presso il Micx Mall), Chengdu da Ifse la stessa Shanghai, nell’Ifc Mall».

 

Un fronte caldo è il Medio Oriente, con avamposti al Bvh Maraisdel City Walke da Level Kidsa Dubai, da Yas Mallall’interno di Tryanoad Abu Dhabi e, in primavera, al Mall Dubai Festival City, nel department store Robinsons. Per finire, il Qatar con uno shop-in-shop nell’omonimo mall.

 

Negli Usa è imminente un taglio del nastro a Bal Harbour, mentre in Russia le aperture si focalizzano su Kharkov, Mosca (nel Crocus City Mall) e Vladivostock.

 

Una curiosità sul défilé di ieri sera: prima che le piccole modelle entrassero in scena, è stato proiettato un video con la testimonianza di una giovanissima, Ginevra Grigolo.

 

17 anni, Ginevra - che studia a Los Angeles e sogna di lavorare nel cinema - è figlia di Diletta Iacomoni e nipote di Piero e Barbara, fondatori di Monnalisa. Recentemente, con il cortometraggio Il mondo in un click, si è aggiudicata il primo premio a un concorso riservato agli studenti delle scuole superiori, promosso dalla Regione Toscana insieme ad altri enti istituzionali e di ricerca.

 

stats