PRATO

Apre la mostra "La camicia bianca secondo me. Gianfranco Ferré"

Si alza il sipario sulla mostra dedicata al talento e alla poetica sartoriale di Gianfranco Ferré: da domani, 1 febbraio,  al 15 giugno al Museo del Tessuto di Prato, il percorso espositivo ruota intorno alla camicia bianca, vero e proprio paradigma dello stilista, che l'ha definita «segno del mio stile» e «lessico contemporaneo dell'eleganza».

 

Organizzata dalla Fondazione Museo del Tessuto di Prato e dalla Fondazione Gianfranco Ferré e curata da Daniela Degl'Innocenti, l'esposizione gioca con la suggestione e la valorizzazione di elementi diversi, che fanno da corollario ai capi indossati sui manichini: disegni originali, dettagli tecnici, bozzetti, fotografie, immagini pubblicitarie e redazionali, video e installazioni.

 

Il cuore dell'evento è invece rappresentato da 27 camicie bianche, presentate in ordine cronologico e con una grande varietà di materiali: in taffetà, crêpe de chine, organza, raso, tulle, stoffe di seta o di cotone, merletti e ricami meccanici, impunture eseguite a mano, a testimonianza della maestria progettuale e della visione creativa del designer. «Progetto è la parola giusta per spiegare questo percorso espositivo - ribadisce Rita Airaghi, direttore della Fondazione Gianfranco Ferré - perché costruire dei progetti era l'iter creativo di Ferré. La scelta è caduta sui modelli dove il lavoro sul rapporto tra materia e volume è più evidente».

 

Non manca un sistema di macroproiezioni con un montaggio di sequenze delle sfilate più importanti, dal 1978 al 2007, anno della scomparsa del grande architetto-stilista. Un libro-catalogo edito da Skira, la cui direzione artistica è di Luca Stoppini, reinterpreta inoltre le camicie con nuovi scatti fotografici.

 

Da febbraio a giugno "La camicia bianca secondo me. Gianfranco Ferré" sarà  accompagnata da un calendario di eventi e attività collaterali, con un'offerta didattica destinata sia all'alta formazione nel settore della moda, sia a scuole, istituti, corsi e accademie del design, dell'architettura e delle arti applicate (nella foto di L. Stoppini, la camicia "Milonga" di Gianfranco Ferré per l'autunno-inverno 2005).

 

stats