PREMI

International Woolmark Price: nominati i big della moda che faranno da giurati

Sono stati svelati ieri a Londra i nomi dei dieci giurati incaricati di decretare il vincitore finale dell’International Woolmark Prize il prossimo 16 febbraio, sempre nella capitale britannica. Si tratta di Donatella Versace, Diane von Furstenberg, Franca Sozzani, Tim Blanks (direttore di style.com), Victoria Beckham, Andrew Keith (Joyce e Lane Crawford), Carla Sozzani (10 Corso Como), Linda Fargo (Bergdorf Goodman), Paula Reed (Harvey Nichols) e Stefen Asbrand (Eichoff).

 

Un pool di esperti, considerati tra i più autorevoli e influenti esponenti della moda internazionale. A loro il compito di individuare lo stilista più meritevole tra i sei finalisti del concorso, selezionati nelle rispettive regioni: Sophie Theallet dagli Stati Uniti, Christian Wijnants dall’Europa, Ban Xiao Xiu dalla Cina, Dion Lee dall’Australia, Dressedunddressed dal Giappone e Pankaj and Nidhi dall’India.

 

Al vincitore del contest andranno 100mila dollari australiani (circa 80mila euro) e la possibilità di commercializzare la propria collezione nelle boutique più importanti al mondo, come Bergdorf Goodman negli Usa, Harvey Nichols in Inghilterra, 10 Corso Como in Italia, Joyce in Cina, Eichoff in Germania e David Jones in Australia. La fase finale dell’iniziativa vedrà le proposte elaborate dai sei creativi salire in passerella per una sfilata-evento il prossimo 16 febbraio a Londra. Un défilé inserito nel calendario della settimana della moda londinese dedicata alla donna, grazie al sostegno del British Fashion Council.

 

L’International Woolmark Prize rappresenta una competizione storica. È stato fondato nel 1953 dall’allora International Wool Secretariat, oggi The Woolmark Company, per valorizzare l’eccellenza della lana unita a un design all’avanguardia, nell’interpretazione dei talenti emergenti della moda. Nell’anno successivo alla sua istituzione furono premiati Karl Lagerfeld e Yves Saint-Laurent.

 

 

stats