PREVIEW

London Fashion Week: a febbraio dà il via a una maratona di moda oltremanica

In programma dal 17 al 21 febbraio in una nuova sede (The Store Studios), la London Fashion Week vede fra i ritorni quello di Roland Mouret, che celebra i 20 anni del suo brand. Tra gli altri nomi sotto i riflettori Versus Versace, Manuel Facchini e Ports 1961. Burberry continua sulla strada del "see now, buy now". A ridosso della manifestazione si svolge, nella stessa sede dal 23 al 26 febbraio, il London Fashion Week Festival: un happening "straight to consumer".

 

Nato in Francia, per un decennio Mouret ha sfilato a Parigi, ma in occasione dell'anniversario ha deciso di attraversare la Manica, «perché la capitale britannica - ha rivelato a wwd.com - rappresenta per me il luogo della creatività (il marchio Roland Mouret è nato qui, ndr), senza contare che metà delle mie proposte è realizzata nel Regno Unito. Londra è la mia casa».

 

Per il fashion designer si tratta di un doppio anniversario. Infatti correva il 2007 quando veniva lanciato uno dei suoi capi iconici, il Galaxy Dress, da cui ora trae spunto una capsule collection.

 

Scorrendo il calendario, si notano tra i protagonisti della giornata del 17 febbraio Bora Aksu, Daks, Ashley Williams e Paul Costelloe, mentre il 18 febbraio il testimone passa a Faustine Steinmerz, Jasper Conran, Julien Macdonald, Ports 1961, J.W. Anderson, Gareth Pugh e, per chiudere in bellezza, Versus Versace.

 

Domenica 19 febbraio è la volta di Margareth Howell, Roland Mouret, Manuel Facchini, Topshop Unique, Mulberry e Mary Katrantzou.

 

Passando al 20, si alternano in pedana Antonio Berardi, Roksanda, Erdem, Pringle of Scotland, Christopher Kane, Ashish e Burberry, che ripropone la formula del "see now, buy now".

 

Chiusura il 21 con Tata Naka, Marques'Almeida, Amanda Wakeley e altri.

 

Da notare il numero sempre maggior di show in cui vengono presentati insieme uomo e donna: tra questi Burberry, Teatum Jones e la Central Saint Martins (il 17 febbraio), Julien Macdonald, Globe-Trotter (il 18 febbraio), Margaret Howell e, il 21 febbraio, Toogood.

 

Sempre agli Store Studios è in programma a ridosso della settimana della moda il London Fashion Week Festival, un evento che intende cavalcare l'onda dell'interazione tra marchi e consumatore finale, mescolando défilé, occasioni di shopping, seminari e momenti dedicati al beauty e al relax, in collaborazione con sponsor quali Maybelline New York e Tony&Guy.

 

I biglietti per accedere al London Fashion Week Festival sono in vendita sul sito omonimo, con diverse formule e fasce prezzi, con biglietti dalle 20 sterline in su (nella foto, una sfilata di Roland Mouret).

 

stats