PREVIEW SFILATE

La donna a Parigi: niente show per McQueen, attesa per Balenciaga, H&M al Musée Rodin

Con Sarah Burton incinta, salta durante la settimana parigina del prêt-à-porter femminile, in programma dal 26 febbraio al 6 marzo, uno dei fashion show più spettacolari, quello di Alexander McQueen, che opta per una presentazione. Al suo posto, in orario serale, Hermès (nella foto).

 

Christophe Lemaire, stilista della griffe guidata da Patrick Thomas, è in pedana anche con il suo marchio (una novità in calendario) la mattina del 27 febbraio, prima giornata sulla quale sono disponibili informazioni, visto che il 26 è ancora "to be confirmed". Sempre il 27 i riflettori si accendono, tra gli altri, su Guy Laroche, Dries Van Noten e Mugler. Da segnalare, off schedule, H&M al Musée Rodin: una performance inedita per il colosso della fast fashion che, pur avendo organizzato nel tempo eventi di grande richiamo, non si era mai presentato con un appuntamento del genere all'interno di una fashion week "canonica".

 

Il 28 febbraio parte con un pezzo da novanta, Balenciaga: c'è attesa per la prova d'esordio del direttore creativo Alexander Wang. Seguono Carven, Balmain, Nina Ricci e Lanvin, solo per citare alcuni nomi. Tra i protagonisti del primo marzo spiccano Roland Mouret, Chalayan, Issey Miyake, Christian Dior, la Maison Martin Margiela, Sonia Rykiel e Yamamoto. Da segnalare, il 2 marzo, la new entry Acne Studios, ma anche Viktor & Rolf, Vivienne Westwood, Comme des Garçons e Jean Paul Gaultier.

 

Il 3 marzo comincia con Kenzo e termina con Givenchy, che ha saltato l'appuntamento con la recente edizione della haute couture: in primo piano anche Costume National, Céline, Chloé e John Galliano. Il giorno successivo si parla inglese con Stella McCartney e italiano con Giambattista Valli. In scena anche Ungaro e Saint Laurent. Il 5 marzo si presentano tra i big Chanel, Valentino e il già citato Hermès. Da Alexander McQueen sono attesi un centinaio di giornalisti, mentre per i buyer, a quanto si dice, dovrebbe essere allestito un happening serale.

 

Last day, il 6 marzo, con Louis Vuitton, Miu Miu, Elie Saab, Wunderkind (che era tornato a Parigi già lo scorso autunno, dopo due anni di assenza), ma anche con Vionnet e Moncler Gamme Rouge, ammessi nel calendario ufficiale. Tra gli assenti Cacharel, in piena fase di riassestamento.

 

 

stats