PREVIEW

Uomo a Parigi: Vetements torna in passerella

Si iniziano ad avere le prime informazioni sul calendario della Paris Men's Fashion Week, in programma dal 17 al 21 gennaio: la Fédération de la Haute Couture et de la Mode ha comunicato le new entry nel calendario ufficiale, tra cui Vetements (nella foto), Acne Studios e Dunhill.

 

Come riporta wwd.com, il co-ed show di Vetements andrà in scena il 19 gennaio. Un ritorno in pedana, dopo che per la primavera-estate 2018 il marchio aveva detto stop alla passerella, per esprimere il «desiderio di rallentare e recuperare lo spirito degli inizi».

 

La formula scelta sei mesi fa era stata quella di un'esposizione fotografica in un garage parigino - e successivamente in showroom - con le gigantografie di immagini scattate da Demna Gvasalia, artefice di Vetements insieme al fratello Guram, che aveva proposto alla gente comune di indossare i nuovi modelli in 57 location di Zurigo, dove la griffe ha trasferito il proprio quartier generale.

 

Per Balenciaga, di cui detiene la direzione creativa, Gvasalia ha deciso di lasciare la Paris Men's Fashion Week di gennaio a favore della settimana della moda femminile di marzo, nel corso della quale il brand in capo al Gruppo Kering inscenerà una sfilata co-ed.

 

Tornando ai giorni del menswear, on schedule anche Acne Studios dalla Svezia, Dunhill London dal Regno Unito, GmbH dalla Germania, Nïuku dalla Francia, Palomo dalla Spagna e Off-White dagli Usa, di nuovo nella capitale francese dopo uno stop di una stagione. Lo scorso giugno, infatti, il brand che fa capo a Virgil Abloh era stato ospite speciale a Pitti Uomo.

 

La label giapponese Takahiromiyashita-The Soloist sceglie in gennaio una doppia occasione di visibilità: a Firenze, con un evento durante Pitti, e nella Ville Lumière con una presentazione. Sceglie questa formula anche Myar, progetto di Andrea Rosso, direttore creativo delle licenze Diesel e figlio di Renzo Rosso.

 

Sempre alla voce presentazioni, spiccano Arthur Avellano, Ambush, Amiri, Editions M.R, Nicolas Andreas Taralis, Sadak, Undercover (a sua volta in arrivo da Firenze) e Yang Li.

 

stats