Paris Fashion Week

L'odissea nello spazio di Chanel

Un viaggio nello spazio, a bordo di un razzo al centro del Grand Palais, con tanto di fumo e fiamme in fase di decollo. Per il prossimo inverno di Chanel,Karl Lagerfeld ha immaginato scenari astrali, in sintonia con il mood della collezione.

 

Un inno al futuro per questa sfilata che ha confermato il trend del momento: voglia di andare nello spazio, anche solo con un abito, una stampa, una citazione. Forse desiderio di evadere da un mondo pieno di tensioni.

 

Proteso verso il cielo, il razzo è glam, con tanto di doppia C e diviene il fulcro del défilé, dove la scena è dominata da astronaute avventurose, che non rinunciano all'eleganza del tailleur nel classico tweed della maison, ma lo accendono di bagliori metallici o lo sdrammatizzano con stivali glitter.

 

Alternativa al tailleur, la tunica si indossa sulle minigonna o sui bermuda. Bermuda anche per l'insieme siderale laminato in argento, completato dal blouson, che ricorda una tuta da astronauta.

 

Pronto per le incursioni più estreme l'outfit che abbina stivali bicolore glitter a pantaloni e guanti laminati, e si completa con il "mantello" matelassé dall'allure siderale.

 

Per i momenti di relax, la maglieria fornisce il giusto comfort, con gli ampi pull indossati sulle calze o con il golfino luminescente che sposa la gonna a matita aperta sul davanti, anch'essa, ovviamente, tutta un luccichio.

 

Fil rouge del guardaroba stellare disegnato da Kaiser Karl le borse, sempre molto comode e capienti, spesso a tracolla per garantire praticità, o in versione zaino o sacca calde e pelose, per contenere tutto l'occorrente per il viaggio. Non resta, dunque, che allacciare le cinture, pronte per il decollo.

 

stats