Premiazioni

Sophie Theallet si aggiudica il premio Woolmark per gli Usa

Dopo la vittoria di Sophie Theallet all'International Woolmark Prize Usa Award, l'altro ieri, domani sarà la volta delle selezioni europee del premio, che interessa anche Cina, Australia e India, tutte in pista nel corso della settimana.

Sostenuto dal Council of Fashion Designers America (Cfda), l'award statuniense ha visto all'opera una giuria composta da nomi di spicco come Steven Kolb, Narciso Rodriguez e Linda Fargo. Diplomata allo Studio Berçot di Parigi, Sophie ha lavorato per nomi del calibro di Jean Paul Gaultier e Azzedine Alaïa, prima di fare ritorno negli States, dove nel 2007 ha lanciato la sua linea, presto apprezzata dalla critica, tanto da farle meritare il Cfda/Vogue Fashion Fund Award.

 

Domani sarà invece la volta dell'astro della creatività nel panorama europeo, che sarà sottoposto al vaglio di una giuria composta, fra gli altri, dagli italiani Andrea Incontri e Andrea Pompilio. Il primo classificato si aggiudicherà un contributo economico a sostegno della creazione della sua collezione e riceverà l'invito a partecipare al gran finale internazionale, che si terrà a Londra nel febbraio del 2013, insieme ai "numeri uno" degli altri territori: in questa occasione ciascuno presenterà un'intera capsule collection fatta di lana merino australiana e sarà selezionato un vincitore. Quest'ultimo avrà la possibilità di vendere le sue proposte presso retailers di punta del calibro di Bergdorf Goodman negli Stati Uniti, Harvey Nichols nel Regno Unito, 10 Corso Como  in Italia, Joyce in Cina, Eickhoff in Germania e David Jones in Australia.

stats