Premio Industria Felix

Giada prima tra le aziende venete

Giada, l'azienda di Rovigo licenziataria di Jacob Cohën che di recente ha stretto un accordo di licenza con Karl Lagerfeld per la linea denim, si è piazzata al primo posto tra le 45 realtà venete selezionate per la seconda edizione regionale del Premio Industria Felix. Performance gestionali al top e primati di bilancio provinciali e regionali le carte vincenti. In vista a Pitti Uomo il debutto con un marchio proprio.

 

Franco Catania (ceo) e Cristina Marangon (direttore generale) di Giada (nella foto) sono stati premiati al Belmond Cipriani di Venezia in occasione della seconda edizione regionale dell'award, organizzato dall’omonima associazione culturale in collaborazione con Cerved Information Solutions e con il patrocinio dell’Università Luiss Guido Carli.

 

«Siamo molto felici per questo premio, che riconosce alla nostra azienda un ruolo di primo piano nel panorama imprenditoriale veneto e italiano - è il commento di Franco Catania e Cristina Marangon -. Abbiamo dedicato molti sforzi per raggiungere le performance attuali e il merito va a tutti coloro che operano in Giada. Mi auguro di poter migliorare ancora nel prossimo futuro con le nuove sfide che abbiamo raccolto recentemente».

 

Le migliori imprese dell’anno sono state scelte da un comitato scientifico presieduto da Cesare Pozzi, docente di Economia dell’impresa della Luiss, che ha valutato la sintesi dell’inchiesta condotta dal giornalista Michele Montemurro in collaborazione con il Centro Studi di Cerved sui bilanci dell’anno 2016 (gli ultimi disponibili nel complesso) di 13.718 società di capitali, fondamentalmente Pmi e grandi imprese, con sede legale in Veneto e fatturati/ricavi compresi tra i 2 milioni e i 12,4 miliardi.

 

Con sede ad Adria, in provincia di Rovigo, Giada opera dal 1987 nel settore tessile, producendo capi di abbigliamento e accessori uomo e donna di fascia alta, esclusivamente made in Italy, con una forza lavoro di circa 300 dipendenti diretti, più un indotto di circa 700 persone. Nel 2017 l'azienda, che ha sfiorato gli 80 milioni di euro di turnover, in crescita double digit, è sbarcata nel mercato americano con Giada America Inc. basata a New York.

 

Intanto si prepara a debuttare al prossimo Pitti Uomo di giugno con un marchio proprio: una collezione di alto livello in cui il pantalone avrà il ruolo di progagonista, non per forza in denim, con una grande cura della vestibilità e dei dettagli.

 

stats