Retailer Day 2017

Centri commerciali: tra personalizzazione e digital, tutto cambia

Il ruolo del design nel retail, l'attenzione crescente ai brand d'alta gamma e l'importanza della tecnologia per implementare nuove formule distributive. Di questo e altro si è parlato ieri, 22 giugno, in occasione del consueto Retailer Day organizzato dal Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali (Cncc), svoltosi quest'anno da Scalo Milano, a Locate Triulzi.

 

"Design, Retail, Innovation": questo il titolo dell'incontro organizzato nel nuovo shopping village alle porte di Milano. Un convegno che, ha sottolineato Roberto Folgori, presidente della commissione sviluppo retail di Cncc, «offre ai mall spunti di riflessione su nuove opportunità strategiche e di lungo periodo, oltre a tante case history».

 

Non è casuale la scelta della location, come ha specificato Filippo Maffioli,presidente commissione factory outlet Cncc, e ceo di Promos  Group: «Scalo Milano rappresenta un progetto davvero unico, capace di integrare alla perfezione tre anime e offrire un’esperienza a tutto tondo. È proprio questo che ci distingue da tutte le altre strutture presenti in Italia e in Europa: non solo la formula di prezzo ibrida - full&off price - per il fashion e una proposta food, non più complementare allo shopping, che diventa leva stessa per la visita alla struttura. E c'è anche il Design District, una punta di diamante».

 

Sono ben 22, infatti, i monomarca di nomi come B&B, Cassina, Frau, Calligaris, Fendi Home, Vitra, Kartell, racchiusi in un vero e proprio hub.

 

Il tema design è stato affrontato nella prima parte della giornata, in collaborazione con Interni Magazine, nel corso della quale sono stati analizzati i canali di distribuzione di questo settore, con il contributo di numerosi protagonisti del made in Italy, come Giulio Cappellini, fondatore e art director di Cappellini, Federico Luti, sales manager di Kartell e Giulia Molteni, responsabile retail, marketing&communication del Gruppo Molteni.

 

«Un argomento di grande attualità è come innovare la distribuzione tradizionale - ha sottolineato Gilda Bojardi, direttore responsabile di Interni Magazine -. Abbiamo coinvolto nel dibattito una serie di attori che narrano come trasmettere e divulgare le eccellenze del design italiano e quindi del made in Italy attraverso una distribuzione articolata, utilizzando anche le nuove tecnologie digitali».

 

Nel corso dell'incontro si è parlato anche delle modalità per dare più spazio alle griffe d’alta gamma nei centri commerciali e del ruolo della tecnologia nel customer journey in un momento in cui i marchi scelgono di essere sempre più trasparenti nei confronti del consumatore.

 

Fra le case history segnalate nella seconda parte del convegno ci sono quelle di PTA Group, che ha illustrato le tecnologie digitali e le nuove opportunità di marketing per incrementare le vendite, Shoppertrak, che ha raccontato come usare le informazioni con profitto in un mondo di big data e Dedem Youngo, che ha presentato la Ludoteca 3.0, uno spazio green con allestimenti 100% sostenibili, studiato per stimolare i cinque sensi.

 

Nella foto, un momento dell'incontro: Emanuele Orsini, Presidente FederlegnoArredo, Massimo Moretti, presidente CNCC e head of retail Beni Stabili SIIQ, Carlo Maffioli, presidente Promos Group e Locate District

 

stats