SALONI

White: in aumento gli stranieri, in lieve flessione gli italiani

Sono in linea con i numeri dello scorso giugno i dati relativi a White, salone on stage  dal22 al 24 giugno al Superstudio Più di via Tortona 27 a Milano. Circa 4mila i visitatori totali, con la compagine estera in aumento del 3%. Buona soprattutto la performance del Far East. In calo del 2% invece la presenza italiana.

 

L’offerta della manifestazione si è articolata in 132 espositori, 64 dei quali hanno avuto l’opportunità di presentare capi o accessori maschili e femminili nella stessa area, 15 hanno presentato proposte solo donna e 53 esclusivamente menswear. 80 invece i marchi presenti per la prima volta alla rassegna e 47 quelli che hanno scelto soltanto White per proporre le novità della primavera-estate 2014.

 

Nonostante il decremento dei compratori italiani, hanno evidenziato gli organizzatori, la presenza italiana è stata di alto profilo, con nomi come  Biffi, Antonioli e Dantone di Milano, Base Blu di Varese, Bernardelli di Mantova, Degli Effetti e Leam di Roma, Dell’Oglio di Palermo, Gigi Tropea di Catania, L’Inde les Palais di Bologna, LuisaViaRoma di Firenze, O’ di Parma, Penelope di Brescia, Sugar di Arezzo, Tessabit di Como e Tiziana Fausti di Bergamo.

 

Soddisfatto il fondatore e presidente Massimiliano Bizzi: “Continuo a insistere sul fatto che tutti noi operatori del settore dobbiamo investire sulla settimana della moda maschile di Milano aperta alla vendita delle collezioni femminili - dichiara -.  Per la città, le due fashion week di gennaio e giugno  sono  sempre di più un riferimento internazionale, grazie alle potenzialità dell’enorme mercato cinese e di tutti i Paesi del Far East. Non rendersi conto di questo significa perdere una grande opportunità di crescita internazionale per le nostre aziende e per Milano, l’unica e indiscussa capitale del fashion business”.

 

stats