SFILATE

A Parigi scocca l'ora del menswear

 

Menswear protagonista a Parigi: iniziano oggi, 25 giugno, le sfilate dedicate alle novità della primavera-estate 2015. Tra i nomi in calendario in questa prima giornata il marchio italiano Valentino.

 

Insieme alla griffe disegnata da Pier Paolo Piccioli e Maria Grazia Chiuri sono sotto i riflettori, tra gli altri, Carven, Haider Ackermann e Raf Simons.

 

Domani, 26 luglio, l'appuntamento è con 3.1 Phillip Lim, Issey Miyake Men, Kolor, Rick Owens, Andrea Crews, sinonimo di una street couture di impronta green, Louis Vuitton, Boris Bidjan Saberi (nome sempre più apprezzato per le sue creazioni d'avanguardia), Damir Doma, Yohji Yamamoto, Dries Van Noten e Julius.

 

Il 27 luglio si parte con Junia Watanabe, per proseguire con la Maison Martin Margiela, Ann Demeulemeester e Melinda Gloss, marchio francese fondato cinque anni fa da due studenti di filosofia con la passione per la moda, Rémi de Laquintaine e Mathieu de Ménonville. E ancora, Juun.J, Krisvanassche, Cerruti, Henrik Vibskov e Berluti.

 

Il 28 luglio è la volta di Kenzo, dei marchi giapponesi Sacai e Miharayasuhiro, dei coreani Songzio e Wooyoungmi, di Etudes Studio, Dior Homme (nella foto), Hermès e Ami-Alexandre Matiussi. Matiussi, classe 1980, ha alle spalle esperienze in Dior, Givenchy e Marc Jacobs. Nel 2011 lancia il suo brand, un menswear che descrive come «chic, facile, cool».

 

Gran finale, il 29 giugno, con Officine Generale, Lanvin, No Editions disegnata da Nicole Lachelle e Christian Niessen, Agnès B., Rynshu, Paul Smith, Umit Benan, Thom Browne e Saint Laurent.

 

stats