STRATEGIE

Londra: il nuovo London Fashion Weekend mette il consumatore al centro

La moda scende dalla torre d'avorio nella capitale britannica, lanciando subito dopo le sfilate della London Fashion Week (17-21 febbraio), il London Fashion Week Festival: quattro giorni (23-26 febbraio) aperti al pubblico, con show, incontri e occasioni d'acquisto. La settimana della moda maschile si colloca dal 6 al 9 gennaio. Unica la location per le tre le rassegne: The Store Studios (180 Strand, WC2).

 

L'istituzione del London Fashion Week Festival, che prende l'eredità di quello che in passato è stato il London Fashion Weekend, punta a creare un grande happening della durata di una decina di giorni, in grado di coinvolgere tutti, dai compratori ai non addetti ai lavori, fino a cosiddetti "high-net wirth individual", in una kermesse dove protagonista sarà naturalmente la moda, ma ci sarà spazio per altri appuntamenti all'insegna dell'intrattenimento, del digital engagement e anche dello shopping.

 

Non mancheranno infatti all'interno di The Store Studios (dove già si svolge la London Fashion Week Men's) i pop-up shop, dove si potranno acquistare le proposte di oltre 150 marchi britannici e internazionali. Si verrà così a costituire un hub polivalente presso una sede dalla collocazione strategica, che in passato ha ospitato l'esposizione Louis Vuitton Series 3 e gli show di Christopher Kane, Roksanda e Thomas Tait.

 

Come ha sottolineato Caroline Rush (chief executive del British Fashion Council), «è un'esigenza dei brand, prima ancora che del pubblico, aprire la nostra industria a un'audience più vasta. Lo ha dimostrato il riscontro, lo scorso settembre, delle collezioni "see-now buy-now"».

 

I biglietti per il London Fashion Week Festival sono in vendita dal primo novembre su londonfashionweekmens.com/register e su londonfashionweek.com/register (nella foto, la presentazione della Burberry September Collection, che a settembre ha rivoluzionato il modo di presentare le collezioni in un'ottica di "ready-to-buy" ma anche di coinvolgimento degli spettatori).

 

stats