Saloni

Filatori ispirati dal Pianeta Terra al 48esimo Filo

Sarà il Pianeta Terra il tema centrale del 48esimo Filo, salone delle fibre e dei filati in programma il 27 e 28 settembre al Palazzo delle Stelline di Milano. Il tutto si inserisce nel macro-tema della sostenibilità: «Ciò che fa realmente la differenza - dice Paolo Monfermoso - rispetto alla massa e al prezzo».

 

Nel presentare l'edizione autunnale il responsabile di Filo si è detto cautamente ottimista. «Pensiamo di fare il pieno», ha affermato oggi in conferenza stampa, in merito alle vendite degli spazi. Per quanto riguarda il layout, sarà mantenuto quello della scorsa edizione, che ha un po' «condensato» l'area tendenze.

 

Monfermoso ha inoltre ricordato che prosegue la cooperazione con l'agenzia Ice per coinvolgere i buyer stranieri. L'idea è di attrarre l'attenzione soprattutto di operatori da Francia, Spagna, Portogallo, Regno Unito ma anche dal Nord Europa, che non ha una filiera della moda a monte. Tra i mercati di interesse per i fili made in Italy ci sono anche Turchia, Giappone, Corea e Russia.     

 

Gianni Bologna, responsabile creatività e stile, ha anticipato i temi esplorati dalle filature per il prossimo Filo. In primis il "sottosuolo" con materiali naturali e cellulosici volutamente «grezzi» e «rozzi», ispirati a elementi naturali come le cortecce, i marmi, le terre e le radici ma anche alla purezza delle pietre preziose.

 

Il secondo trend è l'"acqua" (nella foto, un esempio di filato di questa categoria), dove prevalgono aspetti serici, mossi o cangianti e titoli fini o di media finezza candidati ai mondi dell'outerwear, sportswear e lingerie.

 

Un altro filone prende spunto dalle superfici: quelle visibili in natura ma anche quelle create dall'uomo. Fanno parte di questa categoria fili fini cotonieri, in viscosa o sintetici con piccoli stoppini, piccole ciniglie e popeline. C'è anche un po' di ispirazione etnica ma «blanda e sofisticata».

 

Per finire, il tema dei cieli: elementi celesti ma anche tecnologici, con riferimento alle spedizioni nello spazio. Rientrano in questa voce fili dagli aspetti semilucidi e lucidi che evocano il concetto di etereità ma anche fibre in pvc, denim elaborati, metalli finissimi, effetti specchio e micro-pile, che di certo incuriosiranno i brand dell'urbanwear e quelli più active.

 

stats