Sfilate Uomo

Milano: al via le sfilate con Belstaff, ma senza Cavalli in passerella

Al via le sfilate di Milano Moda Uomo: si comincia oggi con Corneliani e si chiude martedì con Giorgio Armani. Quattro giorni di appuntamenti per conoscere la tendenza dell'autunno-inverno 2013/2014. 38 le sfilate in calendario per 37 marchi, con la new entry di Belstaff e la defezione di Roberto Cavalli, che all'ultimo ha optato per un evento.

Il calendario, un po' più snello rispetto al passato, prevede anche 27 presentazioni di cui otto su appuntamento. Tra le altre novità di quest’edizione della fashion week la presentazione della collezione la collezione Piquadro by Antonio Marras. I grandi nomi - tra i quali Ermenegildo Zegna (nella foto, alcuni look), Jil Sander, Burberry Prorsum, Dolce&Gabbana e Versace (che sfila domani), Salvatore Ferragamo, Trussardi, Missoni e Prada (domenica), Gucci, Etro, Philipp Plein (lunedì), Dsquared2 e Diesel Black Gold (martedì) - saranno ancora una volta sotto i riflettori meneghini.

Confermata per domenica 13 gennaio, alle 16, in via Fogazzaro, la sfilata di Missoni. In questi giorni, infatti, la maison di Sumirago sta vivendo il dramma della scomparsa in Venezuela di Vittorio Missoni, figlio dei fondatori. La collezione autunno-inverno 2013/2014 sarà presentata esclusivamente alla stampa e ai buyer. Niente pubblico, nè vip, saranno in sala e anche la famiglia non dovrebbe prendere parte all'evento.

In città sono attesi circa 10mila operatori del settore provenienti da tutto il mondo, circa 1.000 i rappresentanti dei media provenienti da 23 Paesi, di cui oltre 400 accreditati presso la Camera Nazionale della Moda Italiana.

Sarà un'edizione di Milano Moda Uomo sempre più tecnologica. Molti marchi, infatti, hanno in programma di promuovere anche in rete i loro show. Tra di loro anche il gruppo Zegna: i défilé delle collezioni di Ermenegildo Zegna e Z Zegna saranno infatti entrambe trasmesse al vivo attraverso l’innovativa applicazione Zegna Live, già disponibile per il download su iTunes.

stats