Sfilate a Milano Moda Donna

Nel calendario entrano Giamba e Wunderkind, ma esce Iceberg

Sulla base della bozza del calendario diffuso dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, saranno 67 i marchi che sfileranno dal 21 al 26 settembre. Tra i debutti Giamba e Wunderkind, mentre salta lo show di Iceberg. Torna in passerella Krizia.

 

Formalmente a dare il via alla prossima edizione della fashion week milanese sarà Grinko, primo nome della giornata di mercoledì, che vede come sfilata clou quella di Gucci, mentre a chiudere la kermesse non sarà più, come di consueto, Giorgio Armani.

 

Lo stilista si è infatti posizionato a metà calendario, scegliendo per il suo défilé la mattinata di venerdì 23 e lasciando l’ultima giornata a completa disposizione dei giovani designer protagonisti della new wave milanese: da Lucio Vanotti, a San Andres Milano e Piccione.Piccione, che realizzeranno i loro fashion show in via Savona 56, all'interno dello spazio di proprietà del gruppo Tod's, preso in affitto dalla Cnmi per questa tornata di sfilate insieme all'ormai consueta Sala delle Cariatidi.

 

Fra i pochi nomi nuovi in calendario (in attesa di conoscere il programma delle presentazioni che dovrebbe essere reso noto in settimana) compare quello di Giamba che, finora, aveva sempre sfilato fuori calendario.

 

Risponde all'appello anche Wunderkind, in fase di rilancio, a cui si aggiungerà il guest designer di Giorgio Armani, che non è ancora stato comunicato, ha già il suo slot fissato in via Bergognone lunedì 26 settembre alle 10.30.

 

Grande ritorno quello di Krizia (foto), che dal 2014 fa parte del gruppo cinese Marisfrolg Fashion e si prepara a tornare in passerella, per la prima volta sotto la direzione creativa della designer-imprenditrice Zhu Chongyun.

 

Assente sarà invece Emporio Armani: come già anticipato dalla maison, l'etichetta volerà temporaneamente a Parigi, in occasione della riapertura dello store e dell’Emporio Armani Caffè.

 

Dall'elenco delle passerelle manca (salvo cambiamenti dell'ultim'ora) quello di un nome storico del made in Italy: Iceberg. Il brand del gruppo Gilmar è al centro di una serie di rinnovamenti.

 

Già a giugno la collezione maschile aveva saltato in toto l'appuntamento con la fashion week dedicata alla primavera-estate 2017 (né show, né presentazione) e non è quindi escluso decida di fare altrettanto per la donna.

 

stats