Sfilate a Parigi

Vaillant e Meyer puntano sulla semplicità per rilanciare Courrèges

Con la sfilata di oggi, 30 settembre, inizia una nuova avventura per Courrèges, il cui rilancio è stato affidato al duo Arnaud Vaillant e Sébastien Meyer. In pedana un numero contenuto di modelli, dove la texture gioca un ruolo chiave. Ma è un vero update?

 

Prima dell'inizio del fashion show parigino, inaspettatamente, Arnaud Vaillant e Sébastien Meyer sono saliti in pedana e - microfono alla mano, come i presentatori della TV - hanno dichiarato di essere onorati per l'incarico nella storica maison e preannunciato che la sfilata non avrebbe mostrato troppi look. «Si tratta di 15 creazioni, in 15 materiali e colori», hanno anticipato, spiegando che la linea vuole essere espressione della contemporaneità e che il fattore dominante del processo creativo è stata la semplicità.

 

On stage, chiodini, minigonne a trapezio, pantaloni a vita alta, gilet, top, scamiciati e abiti sottoveste. Tra i materiali più utilizzati pelle, vernice e suede, in tinta unita o in colori a contrasto, delimitati da triangoli, trapezi e rettangoli. Effetti tridimensionali sono ottenuti con la pelle intrecciata o con l'applicazione di "squame" a semicerchio, in perfetto stile André Courrèges.

 

Alla nomina di Vaillant e Meyer, lo scorso maggio, Jacques Bungert (co-proprietario insieme a Frederic Torloting) aveva motivato la sua scelta con la passione dei due designer per i tessuti e la costruzione del capo di abbigliamento. Con il marchio proprio Coperni Femme, attualmente in stand by, i due hanno dimostrato anche di avere dimestichezza con le geometrie e i volumi, tipici del dna di Courrèges. Attitudine riconfermata all'appuntamento odierno, ma chi si aspettava che il brand venisse reinventato, forse, non è stato accontentato.

 

Poco più che ventenni, Vaillant et Sébastien Meyer si sono messi in luce per la prima volta nel 2014, quando hanno vinto il premio Andam. In seguito sono stati finalisti al Lvmh 2015 Prize. Si sono conosciuti nel 2009, studiando moda a Parigi e nel 2013 hanno creato la label Coperni. Ora la nuova scommessa.

 

stats