Summit

Per investire sull'Expo, gli stilisti chiedono sgravi fiscali

Si è svolto ieri pomeriggio, 9 dicembre, a Palazzo Marino l'incontro tra gli operatori del mondo della moda e del design e il sindaco Giuliano Pisapia per lo sviluppo del progetto "Milano città creativa". Gli imprenditori si sono detti pronti a investire su Expo 2015 finanziando eventi, ma in cambio chiedono sgravi fiscali. La risposta attesa nel prossimo incontro di gennaio a cui perteciperà il premier Letta.



Di questo si è discusso al vertice che ha visto seduti intorno al tavolo per le istituzioni Giuliano Pisapia, Cristina Tajani, assessore Moda e Design, Franco D'Alfonso assessore al Commercio, Attività produttive e Turismo, mentre a rappresentare gli operatori di moda e design c'erano Andrea Illy, presidente di Fondazione Altagamma, Mario Boselli, presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana, Patrizio Bertelli, vice presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana e Claudio Luti, presidente di Cosmit.


Obiettivo del programma è il potenziamento dell'immagine della Milano creativa, attraverso un palinsesto di appuntamenti e una proposta di identità visiva che sia da cornice all'industria culturale e creativa del capoluogo lombardo.


Il progetto sarà diviso in due fasi, una pre e una post Expo, che mirano a valorizzare Milano in simbiosi con il tema della manifestazione e a fare della città la più amata tra le mete del design e della moda e dell'ospitalità.



Il vertice di ieri sarà ben presto replicato: a gennaio i protagonisti della tavola rotonda si rincontreranno e per allora dovrebbe essere presentato il primo palinsesto di eventi. All'incontro prenderà parte anche Enrico Letta (atteso anche ieri, ma i funerali di Nelson Mandela hanno impedito la presenza del premier a Milano).

 

stats