a firenze

Il principe Carlo incontra la moda italiana con The Woolmark Company

Giornata fiorentina per Carlo d'Inghilterra, che questa mattina (3 aprile) è stato protagonista di un evento organizzato da The Campaign for Wool con The Woolmark Company alla Sala Bianca di Palazzo Pitti, dove ha incontrato i principali produttori di tessuti e filati della moda italiana.

 

Ad attendere l'erede al trono di Inghilterra e la moglie Camilla nel luogo dove la moda made in Italy è nata sono stati circa 90 ospiti tra imprenditori e uomini delle istituzioni, compresi il presidente e l'amministratore delegato di Pitti Immagine, rispettivamente Claudio Marenzi e Raffaello Napoleone, il numero uno del Centro di Firenze per la Moda Italiana Andrea Cavicchi, il presidente di Camera Moda Carlo Capasa e il sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto.

 

«Benvenuti nell'Italia della moda e della lana» sono le parole scelte da Fabrizio Servente, strategy advisor di Woolmark, per accogliere il Principe di Galles, che da sempre sostenitore di The Compaign for Wool.

 

«Sua altezza reale - si legge nel comunicato diffuso da The Woolmark Company - è da sempre impegnato nella diffusione della sostenibilità delle fibre naturali, di cui la lana rappresenta la quintessenza».

 

Per questa occasione la Sala Bianca di Palazzo Pitti si è vestita di lana e, con il supporto e la collaborazione di Ideabiella e Pitti Immagine Filati, sono state relizzate 18 strutture circolari in acciaio, ispirate al cerchio e al quadrato che si intersecano nell'uomo vitruviano.

 

Nella foto, il Principe di Galles con Fabrizio Servente e Paolo Zegna

stats