a londra

I British Fashion Awards sfidano il Met Gala

Il British Fashion Council rilancia gli "Oscar" britannici della moda, con l'intenzione di trasformarli in un evento globale, alla stregua del Met Gala. Cambia tutto: il nome, la sede, gli obiettivi. Appuntamento il 5 dicembre 2016.

 

La manifestazione che si terrà il prossimo inverno, organizzata in collaborazione con Swarovski, sancirà il debutto di un nuovo corso per uno degli happening più attesi della community fashion internazionale: innanzitutto quelli che erano chiamati "British Fashion Awards" si trasformeranno in "The Fashion Awards".

 

«Aspiriamo a creare un evento che sia un mix tra gli Academy Awards e il Met Gala, su scala globale», ha raccontato al magazine Bof Natalie Massenet, numero uno del British Fashion Council.

 

A cambiare è in primis la sede: dopo il Savoy Hotel e il London Coliseum,sarà la volta della Royal Albert Hall (nella foto), nell'esclusivo quartiere di South Kensington. Si tratta di uno dei building più iconici per la vita culturale della città, che attirerà, nelle intenzioni degli organizzatori, almeno 3mila guest, rispetto ai 2mila ospitati l'anno scorso al Coliseum.

 

Il renaming si identifica anche con una ridefinizione degli scopi di questo special event, che per la prima volta pensa alle nuove generazioni attraverso una raccolta di fondi da investire nella formazione degli allievi delle scuole di moda, grazie al gala annuale a supporto della Bfc-Education Foundation.

 

«Nei prossimi dieci anni - ha dichiarato Massenet - la nostra ambizione è di raccogliere e investire, a favore dei giovani, 10 milioni di sterline».

 

A restare inalterata è invece la modalità di voto: la giuria sarà composta, come nelle edizioni passate, da un panel di oltre 800 figure di spicco del settore.

 

stats