a marcianise

Mondo Prezioso: il gioiello contemporaneo protagonista al Tarì

Il Tarì, centro orafo di Marcianise (Caserta), porta alla ribalta il gioiello contemporaneo in occasione di Mondo Prezioso, rassegna in programma dal 29 aprile al 2 maggio con 480 espositori, di cui 400 attivi all'interno della struttura e 80 provenienti da altri distretti del made in Italy. Attesi oltre 22mila operatori.

 

Come sottolineano i portavoce del Tarì - realtà che quest'anno celebra il 20esimo anniversario (ma la scuola di formazione annessa ha già tagliato il traguardo del quarto di secolo) -, Mondo Prezioso «si conferma da 18 anni uno degli appuntamenti più importanti per il settore nel nostro Paese».

 

Uno degli highlight di questa edizione è Seduzione senza tempo. Corallo e cammei tra memoria e modernità, esposizione promossa da Assocoral (Associazione nazionale italiana produttori di corallo, cammei e materie affini), la cui inaugurazione è prevista a mezzogiorno del 30 aprile nella hall principale.

 

Curata dall'antropologa Cristina Del Mare, la mostra indaga l'interazione tra il linguaggio della moda e del gioiello, partendo dal dna di 30 aziende associate, che presentano collezioni private realizzate in corallo e cammei: esempi di haute joaillerie, frutto di due secoli di expertise degli artigiani di Torre del Greco (Napoli).

 

Non manca un percorso visivo, in cui si esplora il legame tra l'iconografia del corallo e griffe del calibro di Valentino, Gattinoni, Sarli e Alexander McQueen.

 

Mondo Prezioso fornisce anche importanti spunti di riflessione. Il 2 maggio è in calendario il convegno "Novità legislative, tecniche e tracciabilità nel settore gioielliero: opportunità e problematiche", organizzato insieme a FederpreziosiFederorafi.

 

Al tavolo dei relatori Claudio Tomassini, esperto di diritto del settore orafo e tutela della proprietà intellettuale; Elio Poma, direttore tecnico del Laboratorio Saggio Metalli Preziosi della Camera di Commercio di Vicenza; Giuseppe Aquilino, presidente di Federpreziosi Confcommercio; Vincenzo Giannotti, numero uno del Tarì e Steven Tranquilli, direttore di Federpreziosi Confcommercio e moderatore dell'incontro.
 


 

In collaborazione con Ice, nell'ambito di Export Sud, viene realizzato l'evento di incoming buyer "Tesori nascosti", che fino a sabato 30 aprile permette a 50 compratori da 11 Paesi (Cina, Giappone, Hong Kong, Corea del Sud, Taiwan, Emirati Arabi, Albania, Croazia, Tunisia, Marocco e Spagna) di fissare meeting business to business con le imprese del Tarì, gli espositori e una selezione di player che fanno capo alla Assocoral di Torre del Greco. Presente in questo contesto anche il direttore di Ice Hong Kong, Paola Guida.

Il programma comprende visite alla scuola e al museo del corallo di Torre del Greco, mentre nella giornata di sabato 30 aprile per una delegazione di buyer si apriranno le porte della Reggia di Caserta.
 


 

Qualche cifra sul Tarì: il centro si avvale di una superficie di 135mila metri quadri, con 400 imprese orafe che generano un fatturato consolidato di 850 milioni di euro e destinano all'estero (in particolare a Russia, Cina e Usa) il 30% della produzione. Sono circa 400mila gli operatori impiegati all'interno del Tarì in un anno.

 

Oltre a Mondo Prezioso, nel corso del 2016 sono previste altre manifestazioni, compresi un'edizione di Bijoux (con un focus sul gioiello fashion) e due "special event" sulle vendite "pronto", il 12-13 giugno per l'estivo e il 27-28 novembre per il Natale. Mondo Prezioso tornerà in scena dal 7 al 10 ottobre (nella foto, orecchini Evanueva in corallo e diamanti).

 

stats