a milano

Marenzi e Capasa al summit Assomoda: «Insieme per salvaguardare la filiera»

Gli esponenti di spicco della filiera italiana della moda e della formazione sono stati ospiti oggi (11 maggio) del convegno Futurelesson-Giovani per Antiche Professioni, promosso da Assomoda. «Ora siamo una squadra perfetta», ha detto Claudio Marenzi. E Carlo Capasa ha rilanciato su Milano Moda Uomo.

 

«La nostra filiera, unica al mondo, è sotto attacco - ha esordito Giulio Di Sabato, presidente di Assomoda -. Si parla sempre della necessità di essere uniti, di fare squadra. Questa è un'occasione fattiva per raccogliere le voci di tutti gli anelli del sistema e portarle all'attenzione del Governo».

 

«Si tratta solo del primo di una serie di incontri - ha precisato - per creare un tavolo condiviso di confronto tra i diversi protagonisti, compresi quelli della distribuzione intermedia e finale come showroom e negozi, che insieme alle fiere promuovono i prodotti a valle e spesso sono quelli che offrono visibilità alle nuove leve del fashion».

 

Sulla necessità di tutelare e conservare la filiera si è espresso anche Claudio Marenzi, presidente di Sistema Moda Italia: «Il fatturato unico della moda vale 90 miliardi, il 5% del Pil, posizionandosi come seconda manifattura italiana dopo la meccanica. Salvaguardare questo settore non è importante solo per noi, ma per il Paese».

 

«Il Governo se n'è accorto - ha aggiunto - e in particolare se n'è accorto Carlo Calenda (ora richiamato da Bruxelles per occupare il ruolo di nuovo ministro dello Sviluppo Economico e ospite al prossimo Pitti Uomo, ndr), che ha intravisto anche la necessità di un coordinamento tra i diversi soggetti del comparto. Ora siamo ottimisti: con il neoministro e il sottosegretario Ivan Scalfarotto abbiamo una squadra perfetta».

 

Carlo Capasa, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, nonostante le numerose defezioni nel calendario delle sfilate maschili, con molti big che hanno dato forfait o preferito altre soluzioni (vedi news di oggi), non si perde d'animo e parla di «importanti cambiamenti in atto, emblema di una grande energia».

 

«Qualcosa si muove e questo è solo positivo», ha commentato. «Alla prossima edizione di Milano Moda Uomo - ha rassicurato - ci saranno molti brand nuovi, lanci, capsule, marchi che adotteranno modalità di presentazione innovative».

 

«Per la prima volta - ha concluso - è in programma anche "The Men's Hub" per l'uomo, frutto del sodalizio tra Cnmi e Vogue Talents. Sarà una delle settimane più vivaci e interessanti».

 

stats