a parigi

Balmain: la sinfonia del guerriero

Una collezione aggressiva, sicura di sé: in passerella da Balmain è andato in scena un uomo forte del suo carattere deciso e avventuriero. Non c'è posto per l'incertezza, il mood punta a conquistare e colpire con fermezza e senza alcuna esitazione.

 

Il guerriero urbano ama attingere per il suo stile ben definito anche all'universo dei biker, grintoso e seducente. I blouson intarsiati incutono quasi timore e disegnano una figura determinata. Quando ci si concede un abito, non è mai banale: accenti rock e dettagli in pelle.

 

Oltre alle divagazioni di geometrie grafiche, etniche e multicolor, quando l'aspetto vuole essere più curato grazie al classico abito maschile, la noia non è contemplata. Ed ecco tessuti che disegnano illusioni ottiche, accentuate dalla lucentezza materica cangiante.

 

Nulla rassicura di più di un smoking. E interrompe la sinfonia dark del nero insieme a bianco e grigio e accende l'insieme grazie ai ricami e le applicazioni di jais e baguette di paillettes.

 

L'aggressività di uno stile perfettamente consapevole passa anche e soprattutto dai dettagli: spazio quindi a catene micro e macro, che definiscono ogni singolo capo.

 

Gli accessori sono comunque ridotti al minimo. Shopping e zaini, e i bellissimi occhiali da sole dallo stile aviator.

 

I materiali sono preziosi e il must have nell'armadio è sicuramente il bomber, che rispunta dal passato godendo di una grande rivincita nella contemporaneità.

 

Le scarpe non sono da meno: boot total black, in versione clean o borchiata, con la punta davanti.

 

stats