a parigi

Miu Miu fast and furious all'Automobile Club de France

La storica biblioteca dell'Automobile Club de France di Parigi - il primo aperto nel mondo nel 1895 - ha ospitato il "Miu Miu Club": le proposte Croisière 2018 del marchio, che ha abbandonato la sede usuale del Palais de Jena, hanno preso spunto dall'abbigliamento da Formula Uno a partire dalla tuta, che già ha sedotto l'uomo Prada.

 

Oversize ma anche ultraslim con gambe scoperte, stampato, con ironiche applicazioni, tempestato di strass, questo indumento esce a sorpresa dall'officina del meccanico e dalle piste delle competizioni automobilistiche, per entrare nel guardaroba glam-chic della donna Miu Miu e sentirsi perfettamente a proprio agio.

 

Lo ravviva con i suoi colori iconici - rosso fuoco, giallo carico, bianco e nero a quadri, come nelle bandiere sventolanti a bordo pista -, con i patch e le strisce che sanno anche di athleisure, per ribaltare lo stereotipo secondo cui il mondo dei motori è "roba da uomini".

 

Le tinte forti o il grigio piombo a volte cedono il posto alla fantasia. Fiori delicati, ma più spesso frutto di pennellate decise e squillanti, rimandano a un mood fiammeggiante, con echi pop.

 

In realtà, va detto che le "jumpsuit" di Miuccia Prada sono pronte ad accontentare anche i maschi: se ne sono viste parecchie poche settimane fa, durante lo show del menswear Prada a Milano.

 

Ad aprire la sfilata l'esibizione live della rapper canadese Tommy Genesis: nata da madre svedese e padre Tamil, apertamente bisessuale, cantante dall'età di dieci anni ma anche pittrice, è un esempio vivente di multiculturalità e anticonvenzionalità.

 

Il suo stile mescola con nonchalance maschile e femminile, i suoi testi sono dissacranti. Un mix esplosivo che ha già convinto diverse griffe tra cui Calvin Klein, che l'ha scelta per la sua campagna autunnale.

 

Ad applaudire lo show, tra le altre, Elle Fanning, Milla Jovovich, Stacy Martin, Alexa Chung, Elena Perminova, Tina Leung e Lauren Santo Domingo.

 

stats