Nuove tecnologie

Vibram: la suola diventa 3D con il sistema "Wrap & Go"

Vibram sposta più in alto l'asticella della ricerca sul fronte delle performance con Wrap&Go Sole: un nuovo progetto di suola leggera e performante, che avvolge la scarpa, passando dal 2D al 3D. «Il nostro obiettivo è dare sempre maggiore comfort al consumatore, anche nella sfera del lifestyle», - racconta il general manager, Paolo Manuzzi, che a Pitti Uomo ha presentato la capsule limited edition realizzata con l'inedito concept.

 

«La Wrap&Go Sole - spiega il manager - è la naturale evoluzione delle nostre tecnologie recenti: la Litebase, che permette di ridurre al minimo lo spessore della suola, e la Furoshiki The Wrapping Sole. Da questa combinazione è nata una suola che avvolge la calzatura e che ora lanciamo con una special capsule di calzature, in vendita nei nostri store di Milano, Boston e Montebelluna e online. E di cui venderemo la tecnologia ai nostri partner, che potranno personalizzarla sulla base delle singole necessità».

 

L'inedito concept si caratterizza per il grip estremo, grazie alla gomma Vibram Megagrip con cui è realizzata, per la leggerezza, il limitato spessore, la protezione laterale e l'impermeabilità, garantita dalla continuità della suola, che conferisce alla scarpa un aspetto audace e anticonvenzionale.

 

Progetti come questo, e prima ancora la scarpa FiveFingers e la Furoshiki, che è valsa a Vibram il Compasso D'Oro Adi edizione 2018, sono per l'azienda di Albizzate, in provincia di Varese, fortunate digressioni che non distolgono dall'attività principale, ossia produrre suole sempre più performanti, con un'attenzione a concetti come performance, leggerezza, impermeabilità, grip e tenuta in condizioni particolari (vedi la suola Arctic Grip, ideale per il ghiaccio).

 

«Dall'outdoor il nostro focus si amplia sempre più verso i contesti urbani, dove esistono i problemi maggiori di caduta e scivolamento», spiega il direttore generale dell'azienda, che oggi conta ben 1.200 partner, tra realtà moda, outdoor, lavoro, ortopedia, mondo militare e calzoleria, con un giro di affari di 190 milioni di euro, di cui l'80% è rappresentato dall'export.

 

L'azienda produce oltre 40 milioni di suole all'anno, dedica più di un milione di chilometri ai test, è presente in 120 Paesi e ha sedi di produzione, ricerca e rappresentanza negli Stati Uniti, in Cina, Giappone, Brasile e Italia.

c.me.
stats