Ancora Gucci in vetta, ma Bottega Veneta accelera

Sette griffe italiane nella top ten del Lyst index

I brand del momento parlano italiano. A decretarlo è l’ultimo report di Lyst, l’app di shopping con oltre 200 milioni di utenti.

Fra luglio e settembre sono infatti le griffe made in Italy a dominare la classifica, con Gucci (nella foto) in vetta per il secondo trimestre consecutivo.

Il marchio disegnato da Alessandro Michele è seguito da altri due pezzi da Novanta del made in Italy, come Prada e Valentino, entrambi in crescita di una posizione rispetto ai tre mesi precedenti.

I francesi Balenciaga e Dior si sono classificati rispettivamente al quarto e al sesto posto, mentre Miu Miu ha ottenuto il quinto, Fendi il settimo, Diesel l'ottavo, seguiti da Louis Vuitton, sceso di quattro gradini.

In decima posizione troviamo Versace, che grazie anche all'abito da sposa total pink di Paris Hilton in finale di passerella ha guadagnato un balzo nelle ricerche del 2.000%, mentre Dolce&Gabbana avanza di tre slot, piazzandosi al 14esimo posto, con un boost dato dalla collaborazione con Kim Kardashian.

Da notare la forte accelerazione di Bottega Veneta, che sotto la guida creativa di Matthieu Blazy ha scalato sei posizioni, andando ad occupare l’11esimo posto: si tratta del marchio in più rapida crescita nella graduatoria, grazie soprattutto alla forte domanda della sua borsa Kalimera.

Una nuova categoria, battezzata Breakout Brands, ha messo in evidenza i marchi "osservati speciali" al di fuori della classifica dei primi 20. Tra questi Coperni, che nel trimestre ha conquistato l'11esimo posto grazie allo spettacolare show del tessuto “spruzzato” addosso a Bella Hadid alla fashion week parigina, che su Tik Tok ha generato un aumento delle ricerche del 50% rispetto al quarter precedente.

Per la prima volta dal debutto dell'index cinque anni fa, l'elenco dei prodotti must-have non è stato suddiviso in categorie, ma comprende i dieci articoli di moda che i clienti hanno maggiormente cercato, commentato, aggiunto alle loro liste dei desideri e ai loro carrelli.

Tra questi spiccano le ballerine di Miu Miu e gli zoccoli Boston di Birkenstock, ma anche le pantofole Tazz di Ugg, le sneaker Samba di Adidas e i mocassini con morsetto di Gucci, a testimonianza che le proposte più comode restano le opzioni preferite dagli utenti.

In una lista prevalentemente dominata dagli accessori - tra cui la borsa con una sola borchia di Valentino, la cintura B-1DR di Diesel e gli occhiali da sole di Balenciaga - si sono imposti anche due articoli di prêt-à-porter: l’ormai iconica canotta con logo di Prada, sfoggiata sulle passerelle milanesi dall'attrice Hunter Schafer, e il polar pile di Patagonia.

a.t.
stats