aperture

Under Armour: un pool di atleti per l'opening in Gae Aulenti

Under Armour ha inaugurato a Milano il suo primo negozio monomarca in piazza Gae Aulenti. In occasione dell'apertura, il brand ha riunito alcuni degli atleti italiani che sponsorizza e coinvolto il rapper e producer londinese Jay Prince.

 

Fondato nel 1996 da Kevin Plank, Under Armour nasce dall'esigenza dell'ex giocatore professionista di football di avere un abbigliamento adatto a chi si allena con frequenza. Lavorando nello scantinato di famiglia, crea la prima T-shirt, il prototipo #0037, progettata per mantenere gli atleti asciutti, dall'ottima traspirabilità e compressione.

 

Il negozio milanese, che si sviluppa su 340 metri quadri, rappresenta una tappa importante per il brand, che lancia il guanto di sfida a big come Adidas e Nike puntando su un'offerta multisport, dal training al running, dal basket alle proposte kid.

 

Per sottolineare questo forte legame con lo sport, il brand ha coinvolto nell'evento di opening alcuni degli atleti italiani che sponsorizza: Massimo Ambrosini (ex calciatore), Andrea Santarelli (schermidore), Laura Letrari (nuotatrice), Kam Kader (dunker), Stefano Maniscalco (karateka), Simone Nolasco (ballerino), Giovanni Tocci (tuffatore), Aglaia Pezzato (nuotatrice), Tommaso Sala (sciatore alpino), Simone Ruffini (nuotatore) e Alex Ranghieri (pallavolista).

 

Durante l'happening è esibito Jay Prince, il ventitreenne rapper e producer londinese, nuova promessa del panorama musicale con il suo stile “honeyedhip-hop”, mentre il dj set è stato a cura di TurboJazz.

 

Per evidenziare la connessione con il target giovane che caratterizza il brand, è stato organizzato uno spettacolo di breakdance in cui è stata coinvolta una street crew di Milano The Survivors.

 

stats