appuntamento il primo dicembre

I Métiers d'Art di Chanel sfileranno in un Castello della Loira

Il prossimo appuntamento con Chanel sarà quello del 6 ottobre, quando a Parigi sfilerà il prêt-à-porter della primavera-estate 2021: si tratterà dell'ultimo show all'interno del Grand Palais, prima che l'edificio venga chiuso per una ristrutturazione, che lo porterà a risplendere di nuovo non prima del 2024, anno delle Olimpiadi estive di Parigi.

Intanto la griffe della doppia C, che vede Virginie Viard alla direzione creativa dopo la scomparsa (nel febbraio 2019) di Karl Lagerfeld, sta già preparandosi a un altro grande show, quello del primo dicembre allo Château de Chenonceau, noto come Château des Dames, uno dei più bei castelli della Loira.

Al centro della scena ci saranno i Métiers d'Art 2020-2021, ossia il savoir faire artigianale che sta alla base dell'unicità delle creazioni Chanel, dall'abbigliamento agli accessori come guanti, cappelli, borse e calzature.

Savoir faire per il quale si sta lavorando a un mega headquarter di 25mila metri quadri nel sobborgo parigino di Aubervilliers, progettato da Rudy Ricotti: qui confluiranno i laboratori Lesage e Montex per i ricami, Massaro e Lemairié per le piume, Maison Michel per i cappelli, Lognon, Paloma e Goossens per l'oreficeria. In tutto si insedieranno nella location 600 persone.

In passato i Métiers d'Art hanno fatto il giro del mondo, toccando diverse metropoli internazionali tra cui Shanghai, Edimburgo, Salisburgo, Dallas e Roma. Ma l'anno scorso Viard ha preferito restare "a casa", optando per il Grand Palais (nella foto).




a.b.
stats