Candiani ed Ecopel partner del lusso green

Stella McCartney ancora più bio nel denim e nelle pellicce fur free

Nella collezione autunno 2020 di Stella McCartney, presentata in questi giorni a Milano, il denimwear rispetta l’ambiente grazie a una partnership con Candiani.

La ricerca costante di materie prime sostenibili ha portato la designer britannica a scegliere il primo denim stretch biodegradabile al mondo, realizzato con la Coreva Stretch Technology di Candiani, che impiega cotone organico elastico ma non gli inquinanti elastomeri. Per garantire l'effetto elasticizzato il filo è avvolto da uno strato di gomma naturale.   

«La produzione di denim tradizionale - sottolineano dalla fashion house di Londra - richiederebbe quantità impressionanti di acqua, coloranti e prodotti chimici tossici per la creazione anche di un solo paio di jeans, con danni all'ambiente e ripercussioni sulla salute e la sicurezza dei lavoratori. Invece il nuovo denim Candiani è prodotto in un ambiente sicuro e privo di sostanze tossiche».

Anche i trattamenti sono smart. Per la tintura viene impiegata la Kitotex Vegetal: biodegradabile, ricavata da funghi e alghe marine, questa sostanza viene utilizzata al posto di agenti chimici, amidi, fissanti e alcool polivinilico (Pva). Per fissare l’indaco è stata utilizzata la tecnica Indigo Juice. Entrambi i processi sono a ridotto consumo di acqua, energia e sostanze chimiche, rispetto alle tecniche tradizionali.

Il nuovo denimwear bio di Stella McCartney sarà disponibile negli store di tutto il mondo e online a partire da maggio 2020.

Ma non è l’unica novità della paladina della moda sostenibile, che per le temperature più basse propone una serie di pellicce glam e fur free con un ulteriore valore aggiunto: quello di essere bio-based.

Un assaggio della nuova eco-pelliccia c’è stato con la sfilata per la Spring 2020: un trench nero è stato indossato dalla modella Natalia Vodianova, fotografata nel front row (nella foto). Le evoluzioni sono di scena a Milano, nella showroom di via Forcella, dove si stanno presentando anche le nuove proposte per il menswear. 

La materia prima è Koba, una pelliccia eco-friendly realizzata da Ecopel impiegando fibre DuPont Sorona. Il 37% di Koba è plant base e nella sua realizzazione si risparmia il 30% di energia e si riducono del 63% le emissioni di gas serra, rispetto alla produzione di una finta pelliccia tradizionale.

e.f.
stats