charity

Pignatelli con le debuttanti 4.0 al Gran Ballo della Venaria

Ragazze moderne, indipendenti, sempre connesse, ma che non disdegnano di rivivere il rito settecentesco dell'entrata in società: a 30 di loro la Reggia Sabauda ha aperto le porte della Galleria Grande della Venaria Reale, per una serata da favola, a sfondo charity, con gli abiti da principessa ispirati a Lady D di Carlo Pignatelli.

 

Danzare sulle note di un valzer viennese, accompagnate da un cavaliere in alta uniforme, è un sogno che non tramonta, almeno per tutte quelle giovani, dai 17 ai 24 anni, che hanno espresso la loro candidatura (con una lettera motivazionale) per partecipare al Gran Ballo della Venaria Reale, tappa finale della 23esima edizione di "Vienna sul lago", evento di formazione, cultura e solidarietà per il cursus studiorum degli Allievi Ufficiali dell'Accademia di Livorno.

 

Presentate dagli attori Alex Belli e Corinna Grandi (ex debuttante 2004), le ragazze hanno varcato la porta di accesso alla Galleria Grande tenendo la mano ai cadetti e sulle note dell'Orchestra Mozart di Torino si sono lanciate in leggiadri passi a due e volteggi, frutto di una settimana di prove full immersion, con la Scuola di danza Etoile di Ida Pezzotti.

 

Un'esperienza d'altri tempi, che ha trasformato giovani provenienti da tutta Italia e dall'Europa in principesse per una notte, grazie anche agli abiti candidi e sognanti di Carlo Pignatelli, per il settimo anno consecutivo stilista di riferimento della manifestazione: «Sono orgoglioso - ha commentato - di poter contribuire alla loro felicità con una mia creazione, soprattutto come quella di quest'anno, ispirata a Lady Diana (alla quale è dedicata una mostra  alla Reggia Sabauda nel ventennale della sua scomparsa, ndr). Non sono modelle, ma ragazze normali: è stato emozionante vestirle nel mio atelier con abiti su misura».

 

Madrina della serata di gala la giovane campionessa paralimpica Nicole Orlando, detentrice di quattro ori e un argento ai Campionati del Mondo. Numerosi i personaggi del mondo della cultura, delle istituzioni e dello spettacolo, tra i quali Cristina Chiabotto e la cantante Mietta, che hanno aderito alla mission charity dell'evento.

 

I proventi andranno infatti a favore del Cisom, Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta.

 

L'intento sociale e formativo dell'evento è stato sottolineato anche durante la cena placée nell'Orangerie della Reggia, con gli allievi della Scuola Alberghiera Maggia di Stresa e l'Associazione Italiana Sommelier, che si sono cimentati nel servizio agli ospiti.

 

stats