collezione FW 21/22

Saint Laurent sfila "Where the silver wind blows"

Incuranti del vento sferzante e dei percorsi scoscesi, in mezzo a una natura che sovrasta e domina qualunque essere vivente, le modelle scelte da Anthony Vaccarello per presentare con un video la collezione FW 21/22 di Saint Laurent camminano ad ampie falcate, vestite come se fossero nel bel mezzo della Ville Lumière.

Le rocce vulcaniche, le distese di ghiaccio e i mari in tempesta non fermano il loro incedere imperioso mentre si avviano verso mete indefinite, destinate forse a percorrere chilometri ma senza rinunciare a un grammo del loro fascino.

Con le gambe chilometriche fasciate da calze scure e ben salde sui tacchi - anche se non mancano cuissard pensati per farsi notare -, indossano bodysuit e minigonne metallizzati, giacche matelassé che strizzano palesemente l'occhio a Chanel, ecopellicce alternate a capispalla in broccato, pantaloni skinny, orecchini e collane importanti con il leitmotiv del quadrifoglio, cinture gioiello, giubbotti fluffy e voluminosi colbacchi.

FW 21-22: SAINT LAURENT




Poco nero stavolta. Vaccarello si apre al colore, spaziando dal fucsia all'oro, fino al verde e al celeste, come per lanciare un messaggio: lo scenario è apocalittico, ma per dirla in francese «Je m'en fous». Testa alta, allora, e tanto glamour, sfidando il futuro - qualunque esso sia - con lo sguardo fermo, benché senza l'ombra di un sorriso, e un guardaroba già pronto per il prossimo party.

Nella foto, un frame del video Where the silver wind blow, con cui Saint Laurent ha presentato la nuova collezione
a.b.
stats