collezione SS 2021

Saint Laurent: dopo il latex e le silhouette decise, il ritorno all'essenza

Aspettando la rinascita da questo tempo incerto, Anthony Vaccarello per la collezione SS 2021 di Saint Laurent si concentra sull’essenziale, proponendo un guardaroba fatto di pezzi che enfatizzano il corpo, senza costringerlo, per ritrovare la voglia di vestirsi per se stessi.

La sfilata trasmessa online sul leitmotiv I wish you were here si svolge nel deserto, un'ambientazione che 
evoca serenità e silenzio e che rende omaggio al fondatore della maison Yves Saint Laurent, nato in Algeria e innamorato del Marocco. I capi in passerella esprimono inediti codici estetici, in un clima che quasi ipnotizza lo spettatore.

Lasciate le silhouette decise e i dettagli latex della scorsa stagione, ritorniamo all’Heritage soft della maison, espresso da tessuti impalpabili, dettagli piumati, vestiti semitrasparenti e giacche meno strutturate o lunghe, con spalle strette, che diventano la spina dorsale di un neo-smoking.

Il tutto è attraversato dal vento: una camicetta di seta fluttuante e pantaloncini da rider, soprattutto di colore nero, diventano simboli di leggerezza e velocità d’evasione.

In contrasto, le liseuse decorate con piume di marabù e composte su tessuti dalle esplosioni floreali, evocano un sogno opposto al viaggio, in cui ci si può divertire e gioire anche in casa.

I gioielli si illuminano in giochi prismatici di luce, in un racconto che mixa i piani temporali e dove gli irrepetibili anni Sessanta fanno da sfondo a ciò che ci aspetta nel futuro, per una nuova estetica intrisa da un irrefrenabile desiderio di libertà.

a.c.
stats