dichiarazioni

Versace: Tisci pronto a salire a bordo? I buyer sono elettrizzati

In seguito all'annuncio del divorzio tra Riccardo Tisci e Givenchy dopo un sodalizio durato 12 anni, sono sempre più insistenti le voci dell'approdo dello stilista dall'amica Donatella Versace. Il mistero sarà svelato probabilmente il 24 febbraio, quando la griffe della Medusa salirà in passerella, ma intanto i buyer - che danno l'unione quasi per scontata - sono in fibrillazione.

 

In un lungo articolo, wwd.com riporta i pareri di alcuni autorevoli compratori, di estrazione diversa, ma con la stessa opinione riguardo alla possibile nuova coppia del fashion system, che ha già "flirtato" quando Donatella è diventata musa di Givenchy per la campagna dell'autunno-inverno 2015/2016: questo matrimonio s'ha da fare.

 

Il fatto che non sia ancora arrivata nessuna comunicazione ufficiale in merito al presunto ingresso di Tisci da Versace non cambia il sentiment dei retailer, che sono già «entusiasti» e per lo stilista di origini pugliesi spendono parole altisonanti, come «visionario» e «influente».

 

Del resto, stiamo parlando di un designer che in 12 anni ha trasformato un marchio iconico come Givenchy, facendolo crescere di sei volte durante il suo mandato, con ricavi stimati oggi oltre i 500 milioni di euro.

 

«Se mi offrissero il marchio dicendomi che è disegnato da Riccardo accetterei a scatola chiusa, senza vedere nulla. Sa fare l'uomo, la donna, la couture, è un maestro del red carpet»,  commenta il designer fashion director di Nordstrom, Jeffrey Kalinsky, che conosce bene il talento del creativo italiano, visto che ha cominciato a vendere Givenchy sin dall'inizio dell'era Tisci.

 

«Quello che ha fatto per Givenchy è incredibile - aggiunge Mario Grauso, presidente di Holt Renfrew -. Ha saputo imprimere uno stile forte e moderno alla casa di moda ed è stato fonte di ispirazione per molti. La sua nomina in Versace sarebbe un evento interessante per l'industria. Noi crediamo nel brand e con lui al timone saremmo ancora più sicuri della decisione di accoglierlo tra le nostre proposte il prossimo autunno».

 

Anche dall'Italia arrivano solo lodi e una convinta approvazione per la scelta di Donatella Versace: «Pensiamo non possa che risultarne un'unione eccellente - ha ribadito Rosi Biffi, a capo degli store Biffi e Banner di Milano -. Sarà sicuramente un sodalizio dal grande potenziale creativo».

 

«La loro collaborazione - ha sottolineato Tiziana Cardini, fashion director a La Rinascente - può aggiungere ancora più forza a Versace, alla sua immagine, facendo crescere la sua importanza a livello internazionale, con un ritorno sui social media (Tisci ha 1,9 milioni di follower su Instagram, ndr). Questa partnership non può che essere interessante».

 

C'è chi si spinge ancora oltre, vedendo in Riccardo Tisci il potenziale erede della griffe della Medusa: «Sarà sicuramente in grado di tradurre la sua visione creativa per un pubblico diverso e attraverso una lente differente - ha commentato Roopal Patel, senior vice president e fashion director di Saks Fifh Avenue -. Sono sicuro sia una decisione che Donatella non ha preso con leggerezza».

 

stats