digital influencer day

Lifestyle 4.0: «Tutti i modelli di business in discussione»

Di scena a Palazzo Mezzanotte oggi (4 aprile), il Digital Influencer Day organizzato dalla Camera di Commercio Italo-Germanica in collaborazione con Fashion ha esplorato il tema del lifestyle 4.0 sotto diversi aspetti, coinvolgendo personaggi di rilievo della moda, dell'industria e del marketing. Jörg Buck, consigliere delegato della Camera di Commercio Italo-Germanica: «Cambiare è necessario».

 

Come ha sottolineato Buck, in Germania come altrove «digitalizzazione è la parola chiave che sta modificando tutti i nostri modelli di business». «I tempi stretti del mercato - ha aggiunto - sono agenti del cambiamento, che si gioca anche sul fronte della comunicazione e del marketing».

 

Da qui l'esigenza di dare vita a un convegno («Un punto di partenza e non di arrivo») in grado di dare voce non solo agli imprenditori e ai manager ma anche agli - e alle - influencer, «il cui contributo ad accrescere il successo di un marchio è diventato fondamentale».

 

«Noi, come Camera di Commercio Italo-Germanica - ha concluso - siamo a nostro modo "influencer" a livello economico. Puntando su autorevolezza e affidabilità, abbiamo circa 600 soci e apparteniamo a una rete di 130 camere di commercio tedesche all'estero, con una missione: rafforzare l'interscambio a ogni livello e in tutti gli ambiti economici».

 

Superfluo ricordare che il legame tra Italia e Germania («Due facce della stessa medaglia: una patria della creatività, l'altra della tecnologia») è forte anche e soprattutto per il tessile-moda: come evidenziano i dati di Smi su base Istat, nel gennaio-luglio 2016 il Paese ha guidato le nostre esportazioni di settore, con un valore di oltre 1,8 miliardi di euro (+2,7%), battendo Francia e Stati Uniti, mentre per quanto riguarda le importazioni si è piazzato al quarto posto, a quota 750 milioni (+2,9%), preceduto da Turchia, Francia e, in prima posizione, Cina.

 

 

stats