durante la super fashion week

3,3 milioni di euro per le sette installazioni di Milano XL

A settembre la super settimana della moda di Milano non sarà solo sinonimo di concentrare nelle stesse date e saloni di settore, ma anche di accendere i riflettori sulla città.

 

Questo a cominciare da Milano XL-La festa della creatività italiana, un progetto che attraverso sette installazioni scenografiche, per cui sono stati investiti 3,3 milioni di euro, animerà il capoluogo lombardo dal 16 al 26 settembre, in concomitanza con la fashion week.

 

L’iniziativa, presentata oggi (18 luglio) con un conferenza stampa a Palazzo Marino, nasce dall’accordo di sistema tra il ministero dello Sviluppo Economico e il Comune di Milano, con Confindustria e Fondazione Altagamma artefici - grazie al supporto economico di Agenzia Ice, che copre il 75% dei costi dell'intera iniziativa -, di un’idea che punta a esaltare «la capacità creativa di Milano»: queste le parole di Davide Rampello, a cui è stata assegnata la direzione artistica dell'evento.

 

Confindustria ha chiamato a contribuire con un’installazione sei associazioni leader per ogni settore della filiera italiana: Anfao con Mido, Cosmetica Italia con Cosmoprof, Federorafi, Milano Unica con Smi-Sistema Moda Italia, Unic con Lineapelle e Fiera Milano con Sì Sposaitalia Collezioni, a cui si aggiunge una settima siglata da Altagamma.

 

Ognuna di queste realtà sarà protagonista di una delle sette installazioni scenografiche, dislocate in altrettanti luoghi simbolo come Galleria Vittorio Emanuele, piazza della Scala, piazza San Carlo, La Rinascente e via Montenapoleone.

 

«Milano XL è prima di tutto la grande occasione di un racconto allargato dell’eccellenza e della creatività italiane - ha dichiarato Rampello -. Le installazioni che la caratterizzano sono tra l'altro realizzate grazie alla partecipazione di artisti e artigiani di grandissimo prestigio».

 

«Con Milano XL – ha evidenziato il sindaco Giuseppe Sala – la nostra città celebra la creatività e il saper fare delle imprese italiane, in una delle settimane più amate e attese dell’anno».

 

Un’iniziativa che si inserisce nella più ampia collaborazione tra Palazzo Marino e il ministero dello Sviluppo Economico «per favorire e promuovere il made in Italy nel mondo, grazie anche al protocollo di intesa siglato oggi con il Governo per sostenere un comparto strategico a livello nazionale».

 

Secondo il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Ivan Scalfarotto, «Milano XL avrà un profondo valore strategico». Scalfarotto ha ricordato come i settori dello stile che saranno rappresentati a Milano in settembre - tra fiere, sfilate, installazioni e altre iniziative - fatturino oltre 104 miliardi di euro, di cui 64 sui mercati esteri, e impieghino più di 600mila addetti in 70mila aziende lungo l’intera filiera.

 

«Per la prima volta - ha precisato - mettiamo in scena insieme la bellezza e l’eccellenza del saper fare italiano».

 

A nome di Confindustria, Licia Mattioli (vice presidente per l’internazionalizzazione) ha parlato di un'iniziativa «che mette in primo piano, insieme ai partner coinvolti, la filiera dell’alta gamma italiana in settori chiave della nostra economia».

 

«L’Italia vanta la tradizione manifatturiera e artigianale più antica, ricca e diversificata - ha sintetizzato il presidente di Altagamma, Andrea Illy -. L’installazione in via Montenapoleone, curata dall'associazione, coinvolgerà cittadini, visitatori e partecipanti alla settimana della moda in un racconto di nove filmati che svelano le radici di questo saper fare».

 

stats