Fino al 3 luglio

Torino Fashion Week: dalla Cina ai designer indipendenti torinesi

Da ieri, 27 giugno, al tre luglio si svolge la Torino Fashion Week, giunta alla quarta edizione, nel segno della Cina.

L’ex Borsa Valori di via San Francesco da Paola 28 è stata trasformata in un palcoscenico che vede protagoniste le creazioni di oltre 90 stilisti emergenti, provenienti da tutto il mondo. Madrina della prima serata la modella e showgirl croata Nina Moric

Ad aprire le sfilate - organizzate da TModa, con il patrocinio della Città di Torino -, i creativi cinesi con i marchi ChiChu, Shesho x Liang Dongzan, Velvet Angels, Fpi x Andy Yip, Zero Gentry e Bellame, precedentemente selezionati dal canale televisivo digitale Globalfashion.tv, dedicato a moda, lusso, arte e design, per un Global Fashion Project.

Lo spirito internazionale della manifestazione viene ribadito dal rinnovo del legame con l’Islamic Fashion and Design Council e la sua presidente Alia Khan, con un focus sulla moda halal, in cui l’abbigliamento tradizionale viene declinato in chiave glamour, valorizzando la femminilità nel rispetto dei principi del Corano.

Ma non solo: presenti anche gli stilisti sudafricani promossi da Seda (Small Enterprise Development Agency), i fashion designer internazionali della rete Enterprise Europe Network provenienti da Belgio (Zagapali), Israele (Adi Karni Vagt), Stati Uniti (Huda Negassi), Paesi Bassi (BoxerinBlue), India (Chetanveena Fashion Couture House Pvt Ltd), Regno Unito (Farzaneh), Sudafrica (Vusi Majale) e Italia (Munamer, Atelier Barbara Montagnoli, Aurora Leopardi e Anna Benaglia di NyNabè).

Non manca un contributo alla moda italiana: protagonisti gli studenti dell’Istituto Europeo di Design, che propongono una collezione sul tema "new classic, new future". Inoltre sabato 29 giugno Cna Federmoda presenta una selezione di marchi indipendenti torinesi.

Sempre da domani all’1 luglio al Palazzo della Luce, prende vita il Fashion Match, un evento internazionale B2B che prevede una serie di incontri bilaterali e gratuiti per mettere in contatto stilisti, aziende, startup, buyer, agenti e società di e-commerce: un modo per creare partnership commerciali e tecnologiche.

I temi cruciali di questi tre giorni: la circular economy e sostenibilità, digital marketing e finanziamenti per il settore moda, con incontri che vedranno tra gli ospiti anche l’ex top model di Armani e fondatrice del marchio A Coded worldBali Lawal, il movimento Fashion Revolution Italia, rappresentanti della Commissione Europea tramite l'Agenzia per le piccole e medie imprese (Easme).

La guest star dell’ultima serata di questa edizione sarà Hussain Harba, l’artista iracheno e torinese d’adozione, conosciuto per i suoi “art object”: gioielli, borse, oggetti.

A conclusione della Torino Fashion Week, Vogue Talents, il partner Banca di Cherasco, Lexus Torino Sud, Seda e Rinascente premieranno i creativi che si saranno distinti per l’originalità stilistica e in particolar modo per lo spirito di innovazione. 

a.s.
stats