HAUTE COUTURE PARIS

Valentino: l’arte come manualità che sublima la materia

L'arte nella sua più pura concezione, raccontata attraverso la manualità che sublima la materia. Una couture enciclopedica e incantata, quella di Valentino, ispirata all’amore. Un sentimento profondo che abbraccia, in questo caso, la pittura, il ricamo, l’architettura e, non ultima, la dedizione al mestiere degli artigiani.

Una collezione di alta moda come questa è il frutto di un progetto creativo che si potrebbe definire commovente, anche per il meraviglioso esercizio che sta dietro al suo compimento.

Spetta alla bravura di
Irene, Rocco, Tiziana, Giulia, Alessio, Daniela, Maddalena e a tutte le maestranze dell'Atelier Valentino raccontare un linguaggio comunitario e tradurre in abiti il pensiero creativo di Pierpaolo Piccioli.

Lunghezze poco sopra la caviglia per i capi in passerella, a sfiorare il terreno su cui pare librarsi la donna di Piccioli. Gli abiti e le cappe delineano la figura, a volte creando forme sinuose e altre assecondandola, puntando su tocchi effervescenti di colori, vibranti e puri. 

La materia accende il decoro, percorrendo la silhouette: il tessuto dà origine a inedite congiunzioni. Il ricamo eseguito a mano in ore e ore di lavoro dà un valore unico abiti che parlano di mondi lontani, dall’Oriente all’Occidente, in un viaggio senza confini e senza barriere.

Il leitmotiv si riassume in due parole, meraviglia e opulenza, come nei cappotti in cashmere e velluto, ricamati con cascate di frange, o nelle cappe costruite con pannelli di lana e seta, incrostate da ricami di un paesaggio immaginario.

Un luogo della fantasia, come lo sono i fiori che percorrono il cappotto indossato con una semplice tunica e una coulotte o la sontuosa mantella di lana, che mescola orientalismi all'immagine del volo dei pappagalli. L’animalier si scopre preziosissimo, l’oro si cristallizza e l’argento trova una nuova dimensione fluida.

«Ogni vera creazione d’arte è indipendente da colui che l’ha realizzata, più potente dell’artista stesso e ritorna al Divino attraverso la sua manifestazione. In questo è tutt’uno con l’uomo: che è testimone dell’espressione del Divino, in sé»: una citazione di Beethoven che è tutta per Piccioli, grande creatore di moda.

Le star internazionali e gli influencer non hanno mancato l'appuntamento con il fashion show: avvistate in prima fila Gwyneth Paltrow e Celine Dion, Kristin Scott Thomas e Naomi Campbell, Rossy de Palma e Olivia Palermo, Natalia Vodianova e Heidi Klum, Giovanna Battaglia e Bianca Brandolini D’Adda, Clotilde Courau e Livia Firth.

a.c.

PARIS HAUTE COUTURE FW 19-20: VALENTINO



 

stats